Blog

Piogge acide-chimicamo

Piogge acide

  |   Chimica, Tutto è Chimica

Le piogge acide sono una qualsiasi forma di precipitazione come pioggia, neve o grandine contenente componenti acidi, come l’acido solforico o nitrico che cadono a terra dall’atmosfera.

L’immissione di alcuni gas nell’atmosfera dovuti a fonti antropiche ha portato, a partire dalla Prima Rivoluzione Industriale, a notevoli problematiche che hanno contribuito a cambiamenti climatici dovuti principalmente ai gas serra e alla formazione di piogge acide dovute agli ossidi acidi.

Principali responsabili

  • Biossido di carbonio

Il biossido di carbonio  è anche un gas serra e deriva dalle reazioni di combustione.

Anche se l’acido carbonico non può essere  isolato, è consuetudine ritenere che il biossido di carbonio  reagisca con l’acqua per dare l’acido carbonico

CO2 (g) + H2O(l) → H2CO3(aq)

L’ acidità dell’acqua piovana deriva principalmente dalla prima ionizzazione di quest’acido

H2CO3(g) + H2O(l) ⇄ H3O+(aq) + HCO3(aq)

la cui prima costante di equilibrio Ka ha un valore di  4.4 · 10-7

La pioggia in equilibrio con il biossido di carbonio presente nell’atmosfera alla sua pressione parziale normale di 0.00035 atm ha un pH di circa 5.6.

  • Monossido di azoto

Il monossido di azoto si forma in conseguenza dei fulmini attraverso la reazione ad alta temperatura di azoto e ossigeno presenti nell’aria, nei motori a combustione interna. e nelle centrali elettriche.

Nella California meridionale, ad esempio, dove gli ossidi dell’azoto sono profondamente implicati nella formazione dello smog fotochimico. Il monossido di azoto viene ossidato a biossido di azoto che in presenza di acqua dà luogo alla formazione di acido nitrico che è il principale responsabile delle piogge acide.

3 NO2 (g) + H2O(l)  → 2 HNO3 (aq) + NO (g)

  • Anidride solforosa

L’anidride solforosa è un costituente dell’atmosfera, normalmente presente in tracce, essendo prodotta soprattutto dal decadimento biologico e dall’attività dei vulcani.

Le fonti artificiali anidride solforosa invece sono considerevoli come la combustione di carbone contenente zolfo (fino all’8% di S) nelle centrali elettriche a carbone. Un’altra fonte è costituita dall’estrazione di alcuni metalli presenti nei minerali come solfuri.

Nell’atmosfera l’anidride solforosa può essere ossidata a anidride solforica che in presenza di acqua dà luogo alla formazione di acido solforico che è uno dei principali responsabili delle piogge acide:

SO3 (g) + H2O(l)  →  H2SO4(aq)

Effetti

Alcuni effetti delle piogge acide sono chiaramente visibili nelle aree urbane, in particolare nella degradazione di stato, monumenti ed edifici di arenaria, calcare e marmo. I più seri effetti ambientali, però, si osservano nelle acque degli oceani, dei laghi, dei fiumi e sulle foreste. L’acidificazione degli oceani e dei laghi può portare alla morte dei pesci e di ogni altra forma di vita acquatica.

Tra i provvedimenti per ridurre le emissioni di gas che contribuiscono alla formazione di piogge acide vi sono:

  • l’uso combustibili a basso contenuto di zolfo
  • il controllo delle temperature di combustione
  • l’intrappolamento delle emissioni gassose nocive dalle ciminiere

 

 

Condividi



Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org