Prodotti per la caduta dei capelli

I capelli hanno un loro ciclo vitale che comprende la nascita, la crescita e infine la caduta.

In condizioni normali, dopo la caduta di un capello se ne produce un altro e perciò è normale che si notino capelli caduti quando ci si pettina. Non è normale, invece, che dopo la caduta di un capello non ne ricresca un altro o che ne ricresca uno di diametro minore.

Nella stagione primaverile e autunnale la caduta dei capelli può aumentare, ma si tratta di un caso non preoccupante. Anche durante periodi di stress, di assunzione di farmaci particolari, periodi di superattività possono provocare caduta dei capelli, ma si tratta di un fenomeno per lo più transitorio.

Un problema che affligge molti uomini è un’alopecia androgenetica che colpisce la zona frontale e superiore del capo. Una causa inconfutabile dell’alopecia androgenetica è l’eccessiva presenza nel follicolo del capello del diidrotestosterone (DHT) con formula C19H30O2 che appartiene alla classe di composti denominati androgeni.

Anche se tale tipo di calvizie è denominata androgenetica essa affligge  circa l’80% degli uomini ma anche il 35 % delle donne in età fertile e il 50 % delle donne in menopausa.

La calvizie affligge gli uomini già dopo la pubertà anche se ha il suo picco tra i 20 e i 30 anni , poi progredisce fino ai 40-50 anni e poi rallenta notevolmente o si ferma del tutto.

Prima di curare un’alopecia androgenetica bisognerebbe fare un esame tricologico perché venga diagnosticata senza tema di smentite, poi, sotto consiglio medico, meglio se di un dermatologo si possono affrontare cure atte a rallentare il fenomeno , arrestare la caduta,  e favorire la crescita di nuovi capelli.

Il minodixil è il prodotto maggiormente consigliato a tale scopo. Tale composto ha formula C9H15N5O fu sperimentato, per la sua azione vasodilatatrice per la cura dell’ipertensione, ma si riscontrò ben presto un effetto collaterale rappresentato da una crescita anomala di peli e capelli.

Tale preparato in soluzione alcolica è al 2 %, al 5 % viene venduto in farmacia e, nella concentrazione maggiore, dietro presentazione di ricetta medica.

Andrebbe impiegato precocemente in quanto attivo su centri germinativi non artrofici.

I primi effetti del farmaco, nei soggetti che rispondono alla terapia, sono visibili dopo circa 4 mesi di applicazioni continue , ma dopo la sospensione del farmaco, il soggetto ritorna allo stato iniziale dopo un tempo di circa 3 mesi.

Per aumentarne l’efficacia, spesso il minodixil viene associato ad altri principi attivi quali la finasteride , un farmaco che viene assunto per via orale.

Si tenga conto che la finasteride può produrre effetti inibitori sull’area sessuale maschile e non risulta efficace nelle donne.

Il trattamento con minodixil ( 1-2 mL al giorno) prevede un periodo minimo cha va dai 6 ai 12 mesi  e successivamente può iniziare la fase di mantenimento diminuendo i dosaggio.

Attualmente minodixil e finasteride sono gli unici farmaci che la Food and Drug Administration ha approvato per l cura della calvizie.

Premesso poi che non esistono shampoo terapeutici anticaduta , vi sono prodotti in tal senso che contengono derivati dell’acido nicotinico che stimolerebbe la ricrescita del capello seguendo lo stesso meccanismo del minodixil : si tratta del Nano shampoo che tuttavia non è disponibile in Europa, ma può essere acquistato negli U.S.A.

Vi sono poi shampoo che contengono Rame-peptidi che pur non stimolando la ricrescita dei capelli in sé, intervengono portando alla generazione di nuovi capillari intorno al follicolo e alla formazione di capelli più spessi.

In conclusione la calvizie è una condizione parafisiologica che può essere curata ma non guarita per sempre. Qualsiasi cura della calvizie deve essere continuata nel tempo per essere efficace.

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On