Oli per bambini

Gli oli che vengono comunemente usati per i bambini sono costituiti essenzialmente da oli minerali e da fragranze.

L’olio per bambini viene comunemente usato quale emolliente e idratante, per la pulizia di parti delicate e per evitare irritazioni della cute dovute a strofinio.

Sebbene la dizione olio minerale sia oggetto di ambiguità in generale un olio minerale può essere detto olio bianco, paraffina liquida o petrolio liquido.

Un olio minerale è costituito da una miscela di alcani con un numero di atomi di carbonio variabile da 15 a 40 ottenuto dalla distillazione del petrolio.

Gli oli minerali sono liquidi viscosi, incolori e privi di odore caratteristico, insolubili in acqua e con una temperatura di ebollizione intorno ai 300 °C.

Gli oli minerali, a seconda del loro utilizzo e della loro composizione, vengono classificati in oli minerali per uso industriale, oli minerale per uso cosmetico e oli minerali per uso farmaceutico.

Questi ultimi devono avere un altissimo grado di purezza (99%) e non devono contenere metalli pesanti e pertanto devono essere sottoposti a processi di purificazione.

Come spesso avviene in questi casi il dibattito a livello mondiale sugli eventuali rischi degli oli minerali, compresi quelli per uso farmaceutico, è aperto.

L’unica cosa certa è che il costo degli oli minerali che sono dei sottoprodotti della distillazione del petrolio è molto basso mentre il prezzo di un flacone di baby oil è notevolmente più elevato e pertanto il margine di guadagno per le varie case che commercializzano tali sostanze è notevole.

Sebbene le case produttrici assicurino che gli oli non ostruiscano i pori appare difficile credere che una sostanza lipidica non formi un film sulla pelle impedendo la traspirazione con possibile ristagno di liquidi e conseguente prurito e dermatiti.

L’ostruzione delle ghiandole sudoripare può portare alla miliaria, nota comunemente come sudamina, dovuta alla ritenzione del sudore negli strati sottocutanei che provoca uno stato infiammatorio della cute  caratterizzato dalla comparsa di un’eruzione pruriginosa.

L’azione degli oli minerali è limitata alla superficie cutanea in quanto essi non sono sebosimili ovvero, contrariamente ad altri tipi di oli, non penetrano in profondità quindi anche la loro azione emolliente e idratante viene messa in discussione.

Pur essendo stato escluso il rischio di cancro per gli oli minerali ad elevato grado di purezza non si può escludere che essi possano portare all’insorgenza di infezioni e funghi sulla pelle dei bambini trattati con olio minerale.

Gli oli minerali inoltre non sono biodegradabili e quindi hanno comunque un impatto ambientale.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On