Liquidi tergicristallo

Nelle autovetture è presente una vaschetta in cui viene messo un liquido adatto a pulire il parabrezza e il lunotto e, in taluni casi, anche i fari in caso di necessità.

Non può essere usata acqua di rubinetto che contiene  sali che in breve tempo portano gli ugelli degli spruzzatori ad intasarsi per l’accumulo di calcare.

Quando si fa un controllo della propria autovettura occorre accertarsi che il livello dei liquidi sia quello dovuto e, nel caso manchi il liquido tergicristallo è necessario evitare di rabboccare con acqua. Bisogna pertanto acquistare il liquido tergicristallo tenendo presente che esso non è esente da pericoli.

Il liquido, infatti, per poter assolvere alla propria funzione, deve contenere una certa quantità di detersivo e acqua e deve avere la caratteristica di non congelare a temperature intorno allo zero.

Per abbassare la temperatura di congelamento del liquido si deve ottenere una soluzione che, sulla base delle proprietà colligative,  avrà un abbassamento crioscopico che è proporzionale alla quantità di soluto presente nella soluzione.

Vanno evitati i sali che oltre a intasare gli ugelli possono danneggiare il tubo di alimentazione e pertanto l’unica alternativa rimane l’utilizzo di una sostanza liquida che risulta, nella gran pare dei casi essere un alcol e, in particolare, il metanolo.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On