Leganti idraulici: composizione chimica

Si definiscono leganti idraulici quelle miscele che richiedono come reattivo indispensabile l’acqua per dar luogo al processo di presa e indurimento e che danno prodotti di reazione che risultano insolubili. A differenza dei leganti aerei che eliminano acqua assorbendo CO2 dall’atmosfera nel processo di carbonatazione, i leganti idraulici possono essere impiegati in opere sommerse, a meno di non trovarsi a contatto con acque aggressive che esercitano su di essi una lenta azione corrosiva.

La composizione chimica di un legante idraulico viene espressa in termini percentuale dei seguenti ossidi:

–          CaO monossido di calcio ad azione nettamente basica. Esso infatti reagisce con l’acqua per dare idrossido di calcio secondo la reazione CaO + H2O → Ca(OH)2

–          MgO monossido di magnesio ad azione nettamente basica. Esso tuttavia non deve essere presente al di sopra del 5% in quanto la sua idratazione provoca rigonfiamenti che spaccano il manufatto

–          SiO2 biossido di silicio ad azione acida

–          Al2O3 triossido di bialluminio a carattere anfotero e con effetto fondente moderato

–          Fe2O3 con carattere anfotero meno spiccato rispetto al precedente ma con un maggiore effetto fondente

–          SO3 ad azione acida il cui tenore deve essere inferiore al 3%

In sostanza gli ossidi costitutivi di un legante idraulico sono quattro: CaO, SiO2, Al2O3, Fe2O3.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On