Lacche per capelli

La lacca per capelli è una soluzione usata per fissare i capelli per alcune ore secondo una determinata acconciatura. Agisce con meno efficacia rispetto al gel o alla cera e viene applicata dopo la messa in piega sul capello asciutto. L’azione della lacca è assimilabile a quella di una reticella invisibile. La pettinatura viene fissata, mantenuta più a lungo e stabilizzata contro gli agenti esterni, in quanto i capelli risultano legati tra loro nei punti di contatto. La funzione della lacca quindi è solo quella di mantenere in ordine la pettinatura e non contengono alcuna sostanza ad effetto curativo. Una delle caratteristiche della lacca è quella di non creare un effetto appiccicoso o polveroso e resistere ad un colpo di pettine, ma deve poter essere eliminata per spazzolatura senza grandi difficoltà e non lasciare residui dopo uno shampoo.

Lo spray deve essere scelto in base al tipo specifico di capelli: esiste infatti una vasta scelta a seconda delle esigenze: lacche per capelli ricci o colorati, lacche che proteggono dagli effetti di una prolungata esposizione al sole, lacche a tenuta leggera, lacche per una tenuta forte, lacche a tenuta extra-forte, per capelli grassi ecc.

La lacca deve essere spruzzata sui capelli asciutti, dopo aver completato l’acconciatura, da una distanza di circa 30 cm per 5-10 secondi evitando di dirigere lo spruzzo sugli occhi onde evitare che possa essere danneggiato lo strato corneo oculare. Si deve altresì evitare di respirare una nuvola del prodotto. Come per la maggior parte degli spray, anche la lacca è infiammabile e pertanto ne va evitato l’uso in vicinanza di fiamme vive. Non bisogna pettinare subito ma attendere che il prodotto si asciughi, magari aiutandosi con il flusso debole di aria fredda del phon tenuto a distanza

Per quanto attiene la composizione chimica la lacca annovera i seguenti componenti principali:

Solventi. A differenza dei fissatori, gli spray non contengono acqua, se non talvolta in piccolissima quantità, ma solo solventi organici allo scopo di ottenere una rapida essiccazione del film di resina. In genere nell’ambito dei solventi si fa uso dell’isopropanolo, del cloruro di metilene o dell’etanolo, quest’ultimo è più costoso ma di odore neutro.

Sostanze filmogene. Si fa uso in genere di una combinazione di diverse resine sintetiche e in particolare di polimerizzati misti di vinilpirrolidone e vinilacetato (PVP-PVA) in percentuale che può arrivare al 6%. Il film ottenuto deve da un lato essere eliminato per lavaggio, ma dall’altro canto deve avere proprietà idrorepellenti per proteggere i capelli dall’umidità. Le miscele polimeriche utilizzate costituiscono un buon compromesso tra le due esigenze antitetiche.

Ammorbidenti. Servono a rendere plastico il film e a evitare la sua screpolatura. Inoltre aumentano la resistenza all’acqua del film che, tuttavia deve essere solubile in acqua e deve conferire brillantezza ai capelli. Gli ammorbidenti più usati sono esteri di acidi grassi e di glicoli o di polietilenglicoli, esteri di acidi grassi ramificati, ftalati ecc.

Additivi. Tra i più importanti ricordiamo: tensioattivi con la funzione di migliorare la bagnabilità del capello e come agenti antistatici come i composti di ammonio quaternari, filtri UV per proteggere dalla luce, brillantanti, deodoranti.

Essenze profumate. Vengono aggiunte per coprire l’odore dell’isopropanolo o delle altre sostanze contenute nella lacca

Gas propellenti. I gas propellenti vengono usati all’interno di bombolette spray in grado di sviluppare rapidamente grandi quantità di calore e, di conseguenza di gas ad alta pressione che vengono espulsi attraverso un ugello. I fluoroclorocarburi per l’assenza di tossicità e la loro non infiammabilità costituiscono un gas propellente ideale. Tuttavia, essendo tra le sostanze che contribuiscono alla distruzione dello strato di ozono, sono stati sostituiti da sostanze alternative come alcoli,  idrocarburi o gas inerti quali propano, butano, biossido di carbonio, protossido di azoto, dimetiletere ecc.

Si rammenta che essendo un contenitore di gas compresso la lacca per capelli non può essere messa nel bagaglio in caso di viaggio aereo, ma portata in un sacchetto di plastica trasparente sigillato e mostrato al controllo di sicurezza

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On