Blog

Cromo: ruolo biologico

  |   Chimica, Tutto è Chimica

Il cromo è un metallo di transizione che ha più numeri di ossidazione ed è presente in natura in minerali come la cromite e l’uvarovite.

La forma predominante di cromo che si trova nel corpo è il cromo trivalente che è quella più stabile mentre sotto forma di Cr(VI) è altamente tossico e cancerogeno

Sebbene scoperto alla fine del XVIII secolo solo alla fine degli anni ’50 del secolo scorso si comprese l’importanza biologica dell’elemento che attirò l’attenzione degli scienziati.

I ricercatori scoprirono infatti che un componente trovato nel lievito di birra, era in grado di amplificare l’azione dell’insulina migliorando la tolleranza al glucosio. Il componente contenuto nel lievito di birra è il cromo che si trova legato ad acido nicotinico e glutatione

Il cromo è un microminerale essenziale che può migliorare il metabolismo di proteine, carboidrati e lipidi.

Funzioni

Il cromo è coinvolto in molti importanti ruoli biochimici nel sistema umano. Esso infatti assolve al ruolo di:

  • facilitare il metabolismo dei macronutrienti come carboidrati, proteine e lipidi per garantire la scomposizione dei composti complessi in sostanze più semplici e il loro successivo assorbimento da parte delle cellule e dei tessuti del corpo
  • stimolare la sintesi e i meccanismi dell’insulina legandosi a un oligopeptide dopo l’ingestione, sotto forma di ioni cromo trivalente, per formare la cromodulina, proteina che attiva le proteine ​​recettoriali dell’insulina e le funzioni ormonali
  • promuovere la sintesi del colesterolo e bilanciare i livelli di acidi grassi nel corpo
  • potenziare le funzioni del sistema nervoso mediando le interazioni con cellule e tessuti neuronali
  • rafforzare i livelli di energia per conferire maggiore resistenza e forza muscolare e migliorare le prestazioni fisiche
  • migliorare la salute del cuore e regolare i livelli di zucchero nel sangue nel corpo

Alimenti

È contenuto in alimenti di origine vegetale come:

  • broccoli
  • uva
  • pomodori
  • arance
  • mele
  • fagiolini
  • patate
  • lievito di birra
  • noci del Brasile
  • farina integrale

Sebbene i prodotti lattiero-caseari non contengano molto cromo, quantità significative di questo minerale vitale sono presenti in alimenti di origine animale come fegato, manzo, agnello, tacchino e frutti di mare come cozze e altri crostacei

La vitamina C aiuta a migliorare l’assorbimento del cromo nel tratto digestivo, quindi il consumo di cibi ricchi di vitamina C può influenzare positivamente anche l’assorbimento del microminerale.

Il cromo picolinato è un integratore contenente cromo ampiamente diffuso in particolare nei prodotti multivitaminici e multiminerali assorbito più facilmente dall’organismo.