Coloranti negli alimenti

I coloranti alimentari sono sostanze chimiche sia di origine naturale che artificiale che vengono aggiunti agli alimenti per aggiungere o ripristinare un colore.

Il colore di un cibo o di una bevanda costituisce un elemento importante per il consumatore che associa il colore a un sapore e tende ad acquistare prodotti che appaiono più appetibili.

L’industria alimentare ricorre quindi all’uso di coloranti per ripristinare il colore perso durante le trasformazioni industriali e per accentuare il colore naturale di un alimento qualora questo fosse meno intenso rispetto al colore a cui viene associato l’alimento stesso.

In relazione all’uso dei coloranti alimentari che sono sostanze del tutto inutili e che non esplicano altra funzione se non quella di colorare un alimento vi è un ampio dibattito a livello mondiale su eventuali danni che tali coloranti possono apportare. Molti di essi sono già stati banditi da anni mentre altri sono ammessi con variazioni a seconda dei paesi.

L’Unione Europea impone limiti più restrittivi rispetto a quanto viene fatto dalla Food and Drug Administation negl USA tanto che negli Stati Uniti si susseguono petizioni per richiederne l’eliminazione di quei coloranti che, sebbene non sia conclamato abbiano effetti nocivi, siano sospettati di esserlo.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On