Chimica : impossibile farne a meno

I prodotti cosmetici in particolare, pur non potendo ringiovanire la pelle, possono rallentarne l’invecchiamento. A tal fine vengono usati prodotti contenenti acido glicolico agisce come agente esfoliante rimuovendo la “ pelle morta” con il risultato di una pelle più liscia e dall’aspetto più giovanile. Un altro vantaggio dell’acido glicolico è dato dalla sua capacità di elaborare idratanti nella superficie della pelle appena esfoliata. Tuttavia cosmetici e creme idratanti contenenti acido glicolico possono lasciare la pelle particolarmente sensibile al sole al punto che viene consigliata l’applicazione di una crema solare dopo un peeling di acido glicolico. Un altro composto viene usato per la pelle impura è l’acido salicilico ( acido 2-idrossibenzoico) che assorbe il sebo in eccesso , agisce come un leggero peeling , migliora l’ossigenazione della pelle ed ha un effetto schiarente sulla stessa. Per una cura giornaliera della pelle bisogna tenere presente il tipo di pelle che può essere secca per la quale sono consigliate emulsioni o creme grasse mentre per le pelli normali e grasse risultano più indicati prodotti poveri di grassi .

Vi sono poi una serie di prodotti addizionati di sostanze attive farmacologicamente che vengono aggiunte ai prodotti cosmetici quali vitamine , estratti di placenta, estratti vegetali o di semi , pappa reale, polline di piante medicinali.

Prodotti cosmetici con azione protettiva

I prodotti con azione protettiva contro i danni della pelle causati da agenti atmosferici e da sostanze chimiche inquinanti agiscono ricoprendo la cute con un film “barriera” che non viene assorbito dall’organismo. Si tratta di idrocarburi paraffinici ( oli minerali , vaselina) e di cere di origine minerale o vegetale. Anche gli oli o grassi siliconici presentano un’eccezionale azione protettiva. Tali sostanze che sono composti organici del silicio resistono all’azione di sostanze chimiche corrosive, sono fortemente idrorepellenti e del tutto innocui per la pelle.

Creme protettive anidre .Sono molto usate nelle regioni nordiche soprattutto in inverno essendo costituite da creme grasse contenenti una elevata percentuale di paraffina e alcoli grassi proteggendo la pelle dalla perdita di umidità e calore. Tra questi prodotti ricordiamo

1)       la vaselina che consiste in una miscela di idrocarburi semisolidi ed è particolarmente indicata nella regione nasale per le irritazioni delle pelle causate dal raffreddore.

2)     Stick grassi usati per le labbra a scopo protettivo. Sono costituiti da cere, idrocarburi , oli siliconici . Gli stick usati per le labbra dal sole sono addizionati di sostanze che fungono da filtri UV

3)      Creme barriera indicate , a seconda della composizione, come protettive per le mani ,per lo sport , per i bambini .

Preparati antisolari

I preparati antisolari proteggono l’epidermide da un’eccessiva esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) presenti nello spettro solare. Un’esposizione eccessiva a tali radiazioni provoca eritemi, degenerazioni del tessuto connettivo del derma , invecchiamento precoce della pelle e talora formazione di tumori cutanei come il melanoma. I cosmetici antisolari sono costituiti da sostanze filtranti in grado di assorbire la radiazione UV. Le sostanze antisolari pur avendo strutture chimiche diverse tra loro sono accomunati dalla presenza di elettroni che possono essere eccitati dalla radiazione UV : tali elettroni assorbendo i raggi UV si innalzano a livelli energetici superiori, ma non ricadono al loro livello energetico di partenza direttamente , ma passando attraverso stati intermedi , così che non si osserva remissione di luce UV ma di radiazioni aventi energia minore ( luce visibile o IR)

Sostanze odorose e profumi

Le sostanze odorose stimolano il senso dell’olfatto essendo dotate di un odore più o meno forte ( aromatico , di frutta , di fiori , di resina). Esistono molte essenze di origine naturale e sintetica che vengono miscelate in combinazioni opportune .

COMPOSIZIONE DEI PROFUMI . Componenti essenziali di un profumo sono l’alcol ( 80%) ed essenze in esso disciolti quali gli oli eterici più noti con il nome di oli essenziali.

A seconda della concentrazione degli oli eterici in essi contenuti si distinguono

1)       Eau de cologne ( 3-5%)

2)     Eau de toilette ( 6-9%)

3)     Eau de parfum ( 10- 14%)

4)     Estratto di profumo (15-30%)

Ovviamente il prezzo di tali preparati varia a seconda della percentuale di oli eterici.

Un profumo è essenzialmente costituito da tre parti :
TESTA . E’ costituita da sostanze odorose leggere che , a causa della loro volatilità , vengono percepite immediatamente.  Vengono usati aromi freschi come essenze agrumate ad esempio olio di bergamotto o di arancia.

Corpo. E’ costituito da sostanze odorose moderatamente volatili , per lo più estratte da fiori che conferiscono al profumo calore e vita. Il corpo è il nucleo olfattivo intorno al quale è costruito il profumo e che conferisce allo stesso una vera identità determinandone il valore economico. L’evaporazione della nota fondamentale deve essere armoniosa , omogenea e deve prolungarsi per diverse ore .

FONDO O BASE . E’ la parte fondamentale del profumo e ne determina il carattere. Vengono usati a tal fine sostanze odorose poco volatili e con buona persistenza.

Prodotti deodoranti

Poiché il corpo può produrre odori spiacevoli a causa della decomposizione delle sostanze contenute nel  sudore , processo favorito dall’umidità , dal calore e dall’ambiente alcalino sono stati formulati vari tipi di prodotti deodoranti la cui azione può consistere nel coprire i cattivi odori o nel formare con essi legami che li rendono non percepibili o infine nel contrastare le cause del loro insorgere.

La ricerca attuale è orientata verso la messa a punto di sostanze con proprietà antibatteriche che ostacolano la crescita di microrganismi . Si cerca inoltre di introdurre nei deodoranti sostanze in grado di bloccare particolari enzimi , in modo da impedire la crescita dei germi responsabili della decomposizione del sudore senza danneggiare la flora batterica cutanea.

Prodotti antiaspiranti

Questi prodotti riducono del 20-40% la formazione del sudore . Attualmente il prodotto più usato è l’idrossicloruro di alluminio Al2(OH)5Cl che dà reazione debolmente acida e funge sia da antitraspirante che da deodorante. Mentre i deodoranti possono essere usati anche più volte al giorno,  gli antitraspiranti devono essere usati con moderazione in quanto un loro abuso può portare all’infiammazione dei condotti sudoriferi. In nessun caso si dovrebbero usare prodotti antitraspiranti o deodoranti su pelle infiammata, sudata o irritata ( dopo una depilazione ad esempio) . Inoltre gli spray contenenti alcol possono irritare le mucose e non devono venire a contatto con gli occhi.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On