radioattività Tag

  |   Chimica, Chimica Fisica

Il gatto di Schrödinger

Il gatto di Schrödinger è un esperimento virtuale per evidenziare un difetto del principio di sovrapposizione relativo alla teoria quantistica nell'interpretazione di Copenaghen. Quest'ultima, attribuita a Niels Bohr e Werner Heisenberg riguarda la teoria della misurazione quantistica, il principio di complementarità e il dualismo...

Read More
23 Giugno
0
  |   Chimica, Chimica Generale

Gruppo 4 (Ti, Zr, Hf, Rf)

Il gruppo 4 è costituito da titanio, zirconio, afnio e rutherfordio ovvero metalli che appartengono al blocco d. Il  rutherfordio è un elemento sintetico altamente radioattivo e il suo isotopo più stabile ha un tempo di dimezzamento inferiore a 70 secondi. Si dispone pertanto delle proprietà...

Read More
05 Ottobre
0
  |   Chimica, Chimica Generale

Torio

Il torio è un metallo appartenente alla serie degli attinidi che si trova come costituente minore in molti minerali. È  rinvenuto insieme al cerio, lantanio, neodimio e praseodimio nella monazite in cui è contenuto in percentuali che vanno dal 2 al 20%. Proprietà Esso ha configurazione elettronica [Rn]...

Read More
02 Marzo
0
  |   Chimica, News

Plutonio: un nuovo numero di ossidazione

Il plutonio è un elemento radioattivo transuranico appartenente alla serie degli attinidi con numero atomico 94 e configurazione elettronica [Rn] 5f6 7s2. I composti più comuni del plutonio sono gli ossidi, gli ossalati e i fluoruri. Proprietà Nei suoi composti esso ha numeri di ossidazione da +3 a...

Read More
13 Marzo
0
  |   Chimica, Chimica Generale

Isotopi radioattivi: usi

Gli isotopi radioattivi sono isotopi instabili di alcuni elementi in cui il nucleo instabile si trasforma in quello di un atomo più stabile Alla fine dell’800 scienziati quali Becquerel e Marie e Pierre Curie scoprirono che talune specie erano in grado di emettere radiazioni penetranti e...

Read More
08 Settembre
1
  |   Chimica, Chimica Analitica

Titolazioni radiometriche

Nelle titolazioni radiometriche si effettua la misura della radioattività in funzione del volume di titolante aggiunto. Per le titolazioni radiometriche è quasi sempre marcato il reattivo titolante e soltanto più raramente la sostanza titolata. La variazione di radioattività di una fase (precipitato, liquido madre, solvente immiscibile)...

Read More
20 Agosto
0