Blog

Diborano-chimicamo

Diborano

  |   Stechiometria

Il diborano è un composto inorganico che ha formula B2H6 la cui struttura è stato oggetto di studio da parte dei chimici per molti anni a partire dal chimico tedesco Alfred Stock, pioniere della chimica dei borani, che propose una struttura analoga a quella dell’etano.

Questa ipotesi fu suffragata anche da Linus Pauling e fu solo nel 1942 che Hugh Christopher Longuet-Higgins, studente universitario britannico appena diciannovenne, risolse il problema . L’idea di  Longuet-Higgins fu al centro di numerose dispute che cessarono solo negli anni ’50 dello scorso secolo quando fu definitivamente confermata da misure di diffrazione di raggi X.

Struttura

Il modello determinato attraverso la teoria degli orbitali molecolari prevede che ciascun atomo di boro è legato a due atomi di idrogeno tramite un legame covalente. A ciascun atomo di boro rimane quindi un solo elettrone di valenza che utilizza legandosi a ponte con un atomo di idrogeno tramite un legame a tre centri e due elettroni denominato “banana bond”

diborano-chimicamo

Proprietà

Il diborano è un gas incolore, instabile a temperatura ambiente dall’odore dolciastro e repellente. Quando è impuro si combina con l’aria formando miscele esplosive e dà luogo ad autoignizione in aria umida a temperatura ambiente.

Il diborano puro è insensibile agli urti meccanici tuttavia, si possono formare miscele sensibili agli urti in presenza di impurità come ossigeno, acqua e idrocarburi alogenati.

Sintesi

Il diborano è ottenuto:

4 BF3 + 3 LiAlH4 → B2H6 + 3 LiF + AlF3

2 Mg3B2 + 12 HCl → 2 B2H6 + 6 MgCl2

In laboratorio può essere ottenuto dall’ossidazione del sodio boroidruro in presenza di iodio con ottenimento di diborano, ioduro di sodio e idrogeno gassoso secondo la reazione:

2 NaBH4 + I2 → B2H6 + 2 NaI + H2

A livello industriale può essere ottenuto dalla reazione tra fluoruro di boro e idruro di sodio alla temperatura di 180 °C con ottenimento di diborano e fluoruro di sodio secondo la reazione:

2 BF3 + 6 NaH → B2H6 + 6 NaF

Reazioni

Il diborano reagisce con:

  • l’ossigeno a temperatura ambiente quando è impuro per dare anidride borica e vapore acqueo in una reazione fortemente esotermica:

B2H6 + 3 O2 → B2O3 + 3 H2O + 2165 kJ/mol

  • il metanolo per dare trimetossiborato:

B2H6 + 6 CH3OH → 2 B(OCH3)3 + 6 H2

  • l’acqua per formare acido borico e idrogeno gassoso secondo la reazione:

B2H6 +6 H2O → 2 H3BO3 + 6 H2

  • idruro di litio o idruro di sodio per dare rispettivamente litio boroidruro e sodio boroidruro secondo la reazione:

B2H6 + 2 LiH → 2 LiBH4

B2H6 + 2 NaH → 2 NaBH4

  • l’ammoniaca in rapporto di 1:2 a 180-190 °C per dare borazina e idrogeno gassoso secondo la reazione:

3 B2H6 + 6 NH3 → 2 B3N3H6 + 12 H2

B2H6 + 2 NaOH + 2 H2O → 2 NaBO2 + 6 H2

  • gli alcheni per dare una reazione di idroborazione in cui si ottiene un organoborano.

B2H6 + 6 RCH=CHR → 2B(RCHCH2R)3

Usi

Il diborano è utilizzato:

  • come agente riducente
  • nella vulcanizzazione della gomma
  • come catalizzatore nella polimerizzazione degli idrocarburi
  • come acceleratore della velocità della fiamma
  • quale intermedio nella produzione di boro ad elevato grado di purezza
  • come propellente nei razzi
  • come agente dopante per la produzione di semiconduttori
Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi