Blog

Unità di misura della costante di equilibrio- chimicamo

Costante di equilibrio: unità di misura

  |   Chimica, Stechiometria

La costante di equilibrio è una grandezza tabulata a una certa temperatura per una reazione reversibile

Data una reazione di equilibrio del tipo aA + bB ⇌ cC + dD dove a, b, c e d sono i coefficienti stechiometrici delle specie presenti secondo la legge di azione di massa formulata da Peter Waage e Cato Guldberg che esprime quantitativamente la dipendenza delle concentrazioni dei prodotti e dei reagenti vi è una costante detta costante di equilibrio espressa dalla seguente equazione:

K = [C]c[D]d/[A]a[B]b

In genere le tabelle relative alla costante di equilibrio costanti non portano alcuna unità di misura quindi a prima vista si potrebbe ritenere che questi valori siano dei numeri puri.

In realtà l’unità di misura varia a seconda della reazione e del modo in cui tale costante viene espressa.

Esempi

Ad esempio si consideri la sintesi dell’ammoniaca che avviene secondo la reazione:

3 H2(g) + N2(g) ⇌ 2 NH3(g)

Se la costante viene espressa in termini di Kc laddove vengono considerate le concentrazioni molari si ha:

Kc= [NH3]2/[N2][H2]3

Sostituendo alle varie specie le unità di misura si ha:

Kc = M2/M∙M3 = M2/M4 = 1/M2 = M-2

Tenendo conto che la concentrazione molare è data dal rapporto tra moli e volume espresso in litri si ha:
Kc = mol-2∙ L2

Se le specie sono espresse in termini di pressioni parziali la costante di equilibrio viene data da Kp e quindi:

Kp = (pNH3)2/(pN2)(pH2)3

E, sostituendo le unità di misura si ha:

Kp = atm2/atm ∙ atm3 = atm2/atm4 = 1/atm2 = atm-2

In generale quindi le costanti di equilibrio non sono numeri adimensionali tranne il caso in cui la reazione avviene senza variazione del numero di moli.

Si consideri ad esempio la reazione:

H2(g)+ I2(g) ⇌ 2 HI(g)

In questo caso in cui la somma dei coefficienti stechiometrici dei reagenti è pari a 1+1 = 2 e il coefficiente del prodotto è 2 non si ha variazione del numero di moli pertanto la costante di equilibrio è un numero adimensionale.

Infatti Kc= [HI]2/[H2][I2] e, se vengono considerate le concentrazioni molari si ha:

Kc = M2/M2

e quindi non ha unità di misura.

Analogamente se le specie sono espresse in termini di pressioni parziali il valore di Kp è adimensionale.

In questo tipo di reazioni dove non c’è variazione del numero di moli quando le unità di misura sono espresse in termini di molarità i volumi si semplificano quindi il calcolo delle specie all’equilibrio può essere fatto anche se non si conosce il volume.

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi