Costante acida dalla pressione osmotica

La pressione osmotica è definita come p = CRTi dove p è la pressione espressa in atmosfere, C è la concentrazione della soluzione espressa in mol/L ,R è la costante universale dei gas pari a 0.08206 atm L mol-1K-1, T è la temperatura in gradi Kelvin  e i è l’indice di vant’Hoff.

Se il soluto è un non elettrolita i = 1, se il soluto è un elettrolita forte i è pari al numero di ioni derivanti dalla dissoluzione dello stesso: ad esempio per NaCl che in soluzione dà 2 ioni ovvero Na+ e Cl i = 2 mentre per Na2SO4 che in soluzione dà 3 ioni ovvero 2 Na+ e SO42- il valore di i = 3. Per gli elettroliti deboli come un acido debole, ad esempio HF l’indice di vant’Hoff assume un valore maggiore di 1 e minore di 2.

L’indice di vant’Hoff viene definito come:

i = 1 + α (ν -1 )   (1)

dove α è il grado di dissociazione e ν rappresenta le moli formate dalla dissociazione di 1 mole di sostanza ricavabile dalla relazione stechiometrica.

Dalla conoscenza della pressione osmotica è possibile calcolare il valore della costante di equilibrio di un acido debole.

Si supponga che l’acido debole HA avente concentrazione 0.0100 M alla temperatura di 25.0 °C  eserciti una pressione di 200.0 torr e si voglia calcolare la Ka di quest’acido.

Esprimiamo la pressione e la temperatura nelle opportune unità di misura:

p = 200.0/760 = 0.263 atm

T = 25.0 + 273 = 298 K

Sostituiamo questi valori nell’espressione della pressione osmotica:

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On