Un nuovo materiale ottenuto presso il MIT

Il prestigioso Massachusetts Institute of Technology ha di recente pubblicato una scoperta relativa a un nuovo materiale con funzioni sorprendenti in grado di aprire scenari inaspettati.

Sulla scia delle ricerche effettuate sui cloroplasti, organuli presenti negli organismi vegetali in grado di produrre clorofilla e quindi di svolgere processi fotosintetici, gli ingegneri chimici del MIT sono stati in grado di ottenere un materiale in grado di accrescersi, rinforzarsi e auto-ripararsi a contatto con il biossido di carbonio presente nell’aria.

Se la superficie è graffiata o incrinata, l’area interessata cresce per colmare le lacune e riparare il danno, senza richiedere alcuna azione esterna.

Il nuovo materiale ottenuto imita il comportamento delle piante sottraendo l’anidride carbonica dall’aria trasformandola in un materiale solido utile e contribuendo alla battaglia contro il cambiamento climatico globale.

Il primo problema che è stato affrontato è relativo alla vita dei cloroplasti una volta estratti dalle cellule.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On