Blog

Fentanyl-chimicamo

Fentanyl

  |   Chimica, News

Il Fentanyl è una sostanza organica di sintesi derivato della piperidina con struttura

Fentanyl struttura

Fu sintetizzato alla fine degli anni ’50 dello scorso secolo ed è utilizzato come anestetico e nella terapia del dolore. Esso infatti è un oppioide con una potenza di circa 80 volte maggiore rispetto a quella della morfina.

Il farmaco è venduto, dietro ricetta medica non ripetibile, seguendo, a seconda dei casi, somministrazioni diverse.

Ha un effetto rapido ma una breve durata di azione ed è metabolizzato a livello epatico mediante reazioni di dealchilazione ed idrossilazione.

Come spesso accade grandi scoperte, costate spesso anni di studi, volte a migliorare la vita degli esseri umani sono stravolte da persone che a scopo di lucro le utilizzano in modo illecito.

Il Fentanyl e i suoi derivati ancora più potenti sono prodotti in modo illegale e venduti al posto dell’eroina essendo più economici.

Sono inoltre utilizzati per tagliare la cocaina all’insaputa degli acquirenti.

Pericoli

Purtroppo il Fentanyl è particolarmente pericoloso e si stima che mediamente la dose letale è di soli 2 mg. Molti giovani muoiono poiché è  l’oppioide sintetico più comune nelle morti per overdose.

Basta il contatto con un granello di Fentanyl o una inalazione accidentale per rischiare la vita.

Onde evitare che primi soccorritori o gli agenti delle forze dell’ordine mettano a repentaglio la propria esistenza quando si avvicinano a una persona in overdose sono usati metodi per sapere se la persona ha assunto il Fentanyl.

Negli USA alcuni reparti hanno in dotazione spettrometri Raman e spettrometri di massa portatili in grado di identificare svariate sostanza tre cui il Fentanyl.

Purtroppo l’uso è limitato a causa dei prezzi elevati ma da poco alcuni ricercatori statunitensi dell’Università della California hanno sperimentato con successo tecniche elettrochimiche il grado di identificare la droga killer ma la ricerca è ancora all’inizio.

 

Condividi