Blog

principio di conservazione della quantità di moto-chimicamo

Principio di conservazione della quantità di moto

  |   Fisica

Secondo il principio di conservazione della quantità di moto a seguito di una collisione che si verifica tra due corpi in un sistema isolato, la quantità di moto totale prima e dopo la collisione rimane costante. Cioè, la quantità di moto persa da un corpo è uguale alla quantità di moto guadagnata dall’altro.

Ciò implica che la quantità di moto totale è conservata.

Si ricordi che la quantità di moto p di un corpo  è il prodotto della sua massa m e della sua velocità v ed ha come unità di misura kg m/s.

Esempio

Un esempio del principio di conservazione della quantità di moto è il contraccolpo che subisce un fucile a seguito di  uno sparo.

Ad esempio se il fucile ha massa 3.5 kg e un proiettile ha massa 0.009 kg e esso è sparato con una velocità di 200 m/s si può calcolare il contraccolpo.

Inizialmente sia il fucile che il proiettile sono fermi quindi per entrambi la quantità di moto vale zero:

pfucile(1) + pproiettile(1) = 0

La quantità di moto del proiettile quando è sparato vale 0.009 kg · 200 m/s = 1.8 kg· m/s

Applicando il principio di conservazione della quantità di moto si ha:

0 = 1.8 + pfucile(2)

Da cui pfucile(2) che è la quantità di moto del fucile a seguito dello sparo è pari a:

pfucile(2) = – 1.8

da cui – 1.8 = 3.5 · v

la velocità v = -1.8/3.5 = – 0.51 m/s

Il valore negativo della velocità implica che il vettore velocità ha verso opposto rispetto a quello del proiettile

Quantità di moto e terza legge di Newton

Quando due particelle di massa m1 e m2 si urtano sono soggette a due forze uguali e contrarie secondo la terza legge di Newton.

La variazione della quantità di moto della particella 1 dovuta all’urto è pari a:

Δp1 = F1·Δt

Analogamente per la particella 2:

Δp2 = F2·Δt

Se nessuna altra forza agisce sul sistema Δp1 e Δp1 rappresentano la variazione totale della quantità di moto delle due particelle.

Poiché ad ogni istante F1 = – F2 si ha che:

Δp1 = – Δp2

La quantità di moto totale del sistema isolato è pari a:

P = p1 + p2

e la sua variazione è nulla ovvero:

Δp1 + Δp2 = 0

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org