Blog

forza-chimicamo

Forza

  |   Fisica

La forza è una grandezza vettoriale in grado di modificare lo stato di quiete o di moto di un corpo o provocarne la deformazione.

Per la seconda legge di Newton la forza è definita come F = m · a dove m è la massa e a è l’accelerazione ed è espressa in Newton.

Da un punto di vista dimensionale è quindi definita come kg m s-2. Pertanto 1 N corrisponde alla forza che bisogna impartire a un corpo di massa 1 kg perché abbia un’accelerazione di 1 m/s2

Classificazione

Si possono classificare come forze:

  • Di contatto che si verificano quando i due oggetti interagenti sono in contatto l’uno con l’altro.

Esempi sono la forza di attrito, di resistenza all’aria e la reazione vincolare

  • A distanza che non necessitano di contatto tra i corpi per manifestarsi come quella gravitazionale o elettromagnetica

Massa

La massa è una proprietà fisica della materia che dipende dalle dimensioni e dalla forma della materia ed è espressa in chilogrammi dal Sistema Internazionale.

Tutti i corpi hanno proprietà fisiche i cui valori possono aiutare a descrivere uno stato fisico degli elementi. Le modifiche a queste proprietà possono descrivere trasformazioni elementari. Le proprietà fisiche non cambiano la natura chimica della materia.

La massa è definita come una misura quantitativa della resistenza di un oggetto all’accelerazione. I termini massa e peso vengono spesso scambiati, tuttavia non è corretto farlo. Il peso è una proprietà diversa della materia che, sebbene correlata alla massa, non è massa, ma piuttosto la quantità di forza gravitazionale che agisce su un dato corpo di materia. La massa è una proprietà intrinseca che non cambia mai.

Accelerazione

L’accelerazione è definita come la variazione della velocità di un corpo nel tempo che ha come unità di misura m/s2.

Come la velocità anche l’accelerazione è un vettore che punta nella stessa direzione della variazione di velocità.

Si definisce accelerazione media di un punto in moto il rapporto tra la variazione di velocità e l’intervallo di tempo:

a = v-vo/t-to

dove:

v è la velocità finale e vo è la velocità iniziale. Pertanto la variazione di velocità è pari a Δv = v-vo

t è il tempo finale e to quello iniziale. Pertanto l’intervallo di tempo è Δt = t-to

si può quindi scrivere:

a = Δv/ Δt

 

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi