Blog

Vanadinite

  |   Chimica, Chimica Generale

La vanadinite è un minerale appartenente al gruppo dell’apatite costituita da clorovanadato di piombo ed ha formula Pb5(VO4)3Cl.

Allo stesso gruppo appartengono altri due minerali ovvero la piromorfite Pb5(PO4)3Cl e la mimetite Pb5(AsO4)3Cl.  La somiglianza nei caratteri esterni tra questi tre minerali è così spiccata che, di regola, è possibile distinguerli solo mediante test chimici.

Diffusione

La vanadinite è un minerale secondario che si trova nella zona di ossidazione dei giacimenti di piombo contenenti, in particolare, galena e arsenopirite

Oltre che alla galena e piromorfite è associata a barite, wulfenite, calcite, descloizite, limonite, goethite.

I depositi di vanadinite si trovano solitamente nelle regioni aride di Argentina, Australia, Marocco, Namibia, Messico e Stati Uniti sudoccidentali e in particolare in Arizona.

I cristalli più straordinari per forma e dal colore rosso sangue sono prodotti a Mibladen, in Marocco.

Proprietà

Si presenta di colore giallo brillante, arancione, rosso o marrone a volte grigia, nero o incolore.

Spesso il fosforo e l’arsenico sostituiscono il vanadio nel reticolo cristallino del minerale. Ciò comporta un’ampia gamma di composizioni che influenzano il peso specifico, il colore e altre proprietà.

Si presenta spesso sotto forma di cristalli  che hanno la forma di prismi esagonali tabulari ma può anche presentarsi in forme globulari e come incrostazione su altri minerali.

Come tutti i minerali di piombo, la vanadinite ha un alto peso specifico da 6.6 a 7.2. Ha una durezza, nella scala di Mohs da 3 a 4.

Usi

La vanadinite, insieme alla carnotite e alla roscoelite, sono minerali da cui si ottiene il vanadio. Dalla vanadinite si ottiene anche il piombo. La vanadinite è molto ambita tra i collezionisti di minerali per i suoi colori brillanti e i suoi vistosi cristalli esagonali, del colore resinoso e della lucentezza adamantina.