Blog

Stress ossidativo-chimicamo

Stress ossidativo

  |   Chimica

La stress ossidativo è una condizione in cui si verifica uno squilibrio tra la produzione di specie ossidanti e la loro eliminazione da parte del sistema di difesa antiossidante.

Lo  stress ossidativo è dovuto principalmente alle specie reattive dell’ossigeno (ROS). I ROS sono un gruppo di sostanze chimiche altamente reattive contenenti ossigeno derivanti dall’ossigeno molecolare.

Molti processi biologici come respirazione, digestione e trasformazione dei lipidi in energia producono radicali liberi. Questi ultimi sono solitamente distrutti dal sistema antiossidante naturale del nostro corpo. I radicali liberi, se questo sistema non funziona correttamente, possono innescare una reazione a catena.

  • distruggere la membrana cellulare
  • bloccare l’azione dei principali enzimi
  • impedire i processi cellulari necessari per il corretto funzionamento del corpo
  • impedire il normale funzionamento della divisione cellulare cellule
  • distruggere l’acido desossiribonucleico
  • bloccare la produzione di energia

Specie reattive dell’ossigeno

I ROS acronimo di Reactive Oxygen Species sono molecole chimiche o radicali liberi altamente reattivi.

Esempi di ROS sono:

  • radicale idrossile HO∙
  • radicale idroperossido HO2
  • anione superossido ·O2
  • ozono O3
  • perossido di idrogeno H2O2

Sebbene noti da molti decenni è solo negli ultimi tempi che è stato scoperto il loro ruolo nello sviluppo di malattie e, quindi, ampiamente studiati gli effetti benefici degli antiossidanti.

I radicali liberi svolgono un ruolo essenziale in diversi processi biologici. A quantità da basse a moderate, i ROS sono utili sia nella regolazione dei processi che coinvolgono il mantenimento dell’omeostasi che in un’ampia varietà di funzioni cellulari.

L’eccessiva produzione di ROS determina la modificazione strutturale delle proteine ​​cellulari e l’alterazione delle loro funzioni, portando a disfunzioni cellulari e interruzione dei processi cellulari vitali. Si verifica quindi un danno a molecole biologiche come lipidi, proteine e  DNA.

Antiossidanti

Poiché i radicali liberi sono necessari per la vita, il corpo ha diversi meccanismi enzimatici per ridurne al minimo i danni e per proteggere dalla loro produzione eccessiva. Gli antiossidanti svolgono un ruolo fondamentale in questi meccanismi di difesa. Negli organismi sani, la protezione contro gli effetti nocivi dei ROS si ottiene con un delicato equilibrio tra ossidanti e antiossidanti. La produzione continua di radicali liberi negli organismi aerobici deve quindi essere compensata da una produzione simile di antiossidanti.

Gli antiossidanti sono sostanze che prevengono la formazione di radicali liberi e cercano e neutralizzano o riparano i danni da essi causati.

In condizioni patologiche o di stress, i ROS prevalgono sui sistemi antiossidanti portando a uno squilibrio, che, a sua volta, provoca stress ossidativo. Si verificano cambiamenti irreversibili in proteine, carboidrati e lipidi, oltre all’interruzione interrompere i meccanismi della normale segnalazione cellulare

Il ruolo dello stile di vita

Fumo, consumo di alcol, dieta inappropriata, scorretta assunzione di farmaci, eccessiva esposizione ai raggi solari ultravioletti o ai raggi X, attività fisica aerobica prolungata e troppo intensa contribuiscono allo stress ossidativo. Un metodo per prevenire lo stress ossidativo è quindi quello di assumere abbastanza antiossidanti nella dieta arricchendo l’alimentazione di:

  • frutti di bosco
  • ciliegie
  • agrumi
  • prugne
  • broccoli
  • carote
  • pomodori
  • olive
  • pesce
  • noci
  • vitamina E
  • vitamina C
  • curcuma
  • tè verde
  • melatonina
  • cipolla
  • aglio
  • cannella

Altri stili di vita possono anche prevenire o ridurre lo stress ossidativo come:

  • allenamento regolare e moderata
  • non fumare ed evitare anche l’esposizione al fumo passivo
  • usare cautela con i prodotti chimici come detersivi e prodotti per l’igiene
  • applicare una protezione solare quando ci si espone al sole
  • riduzione dell’assunzione di alcol
  • dormire a lungo
  • evitare di mangiare troppo

 

Condividi