Blog

Monossido di manganese-chimicamo

Monossido di manganese

  |   Chimica, Chimica Generale

Il monossido di manganese è un composto inorganico avente formula MnO ed è, uno degli ossidi del metallo tra i quali il più importante è il biossido.

È presente in natura nel minerale manganosite di colore verde smeraldo che, per esposizione alla luce, diventa nero.

Proprietà

È un composto ionico e si presenta stabile termicamente, con una durezza di 5.5 nella scala di Mohs e poco solubile in acqua. Il monossido di manganese o ossido di manganese (II) è un ossido basico che si solubilizza negli acidi dando sali di manganese (II).

Ad esempio reagisce con l’acido cloridrico secondo la reazione:

MnO + 2 HCl → MnCl2 + H2O

Sintesi

L’ossido di manganese (II) si ottiene attraverso diverse vie sintetiche come la decomposizione termica di:

MnC2O4 → MnO + CO + CO2

  • carbonato di manganese (II) da cui si ottiene biossido di carbonio

MnCO3 → MnO + CO2

A livello industriale è ottenuto dalla riduzione del biossido di manganese con:

  • monossido di carbonio:

MnO2 + CO → MnO + CO2

MnO2 + H2 → MnO + H2O

Può essere ottenuto dalla reazione tra idrossido di manganese (II) e ossido di stagno (IV):

2 Mn(OH)2 + SnO2 → MnO + Sn(OH)4

Reazioni

Reagisce con gli acidi come acido solforico per dare solfato di manganese:

MnO + H2SO4 → MnSO4 + H2O

È ossidato dall’aria o dall’ossigeno per dare ossidi di manganese in cui il metallo presenta numeri di ossidazione più alti:

4 MnO + O2 → 2 Mn2O3

Usi

È utilizzato nell’industria come fonte di manganese. Trova inoltre utilizzo nei fertilizzanti e negli additivi alimentari. È usato per la stampa tessile, la ceramica, le vernici, e per conferire colorazione verde al vetro

Condividi