Blog

gruppo acilico-chimicamo

Gruppo acilico

  |   Chimica, Chimica Organica

Un gruppo acilico è un gruppo funzionale presente nei composti organici formalmente derivante da un acido carbossilico per rimozione del gruppo -OH.

In esso è quindi presente un gruppo carbonilico.

In figura è riportato un gruppo acilico a cui può essere legato un qualsiasi atomo o gruppo più elettronegativo del carbonio

Il gruppo R a cui è legato il carbonio carbonilico può contenere altri gruppi funzionali compresi doppi e tripli legami

gruppo acilico-chimicamoEsempi di composti contenenti il gruppo acilico sono:

Nomenclatura

Aldeidi

La nomenclatura I.U.P.A.C.  segue le stesse regole adottate per gli alcani tenendo presente che la catena lunga deve contenere il gruppo aldeidico e che al carbonio carbonilico è attribuito il numero 1.

Il nome è dato in modo analogo a quello degli alcani cambiando il suffisso -ano in -ale pertanto CH3CHO si chiama metanale e il nome comune è formaldeide

Esteri

Il nome degli esteri viene derivato alla stessa stregua dei sali degli acidi carbossilici, sostituendo il suffisso -ico con -ato e facendo seguire il nome del gruppo alchilico o arilico. Ad esempio CH3COOCH2CH3 viene denominato etanoato di etile

Chetoni

Secondo la nomenclatura I.U.P.A.C. i nomi dei chetoni derivano dagli idrocarburi corrispondenti cambiando in –one il suffisso –o dell’alcano corrispondente alla catena più lunga contenente il gruppo carbonilico usando numerando la catena carboniosa in modo che la sua posizione abbia il numero più basso possibile. Pertanto CH3CH2-CO-CH3 è detto 2-butanone o metiletilchetone

Ammidi

Secondo la nomenclatura I.U.P.A.C. il nome dell’ammide si ottiene sostituendo il suffisso -oico dell’acido carbossilico corrispondente con il suffisso -ammide. Nel caso l’azoto non sia legato a due idrogeni si pone prima del nome dell’ammide N- o N,N-, a seconda che l’azoto sia mono- o disostituito, seguito dal nome del sostituente.

Ad esempio l’ammide corrispondente all’metanoico si chiama metanammide HCONH2

Anidridi

Le anidridi degli acidi carbossilici hanno formula generale R-COOCO-R.

Per le anidridi simmetriche al nome funzionale di anidride si fa seguire l’aggettivo dell’acido corrispondente: ad esempio, CH3-COOCO-CH3 è detta anidride acetica. Per le anidridi miste al nome anidride si fanno seguire i nomi di entrambi gli acidi: ad esempio CH3-COOCO-CH2-CH3 è detta anidride aceticopropionica.

Alogenuri acilici

Per ottenere il nome I.U.P.A.C. del composto si fa riferimento al nome dell’acido corrispondente pertanto il composto CH3COCl derivante formalmente da CH3COOH il cui nome è acido etanoico prende il nome di cloruro di etanoile. Esso è anche detto cloruro di acetile dato che l’acido è detto comunemente acido acetico

Reattività

I gruppi acilici hanno reattività chimica diverse a seconda dell’atomo o del gruppo di atomi legati. Pertanto i composti contenenti un gruppo acilico hanno una reattività all’attacco nucleofilo che segue l’ordine:

ammide < estere <  chetone < aldeide < anidride < alogenuro acilico

Gli alogenuri acilici e in particolare i cloruri acilici danno luogo all’acilazione di Friedel-Crafts. La reazione avviene facendo reagire il benzene con un cloruro acilico in presenza di cloruro di alluminio quale catalizzatore. Il prodotto di reazione è un chetone aromatico.

Un gruppo acilico legato ad un anello benzenico può essere convertito in gruppo alchilico.

La reazione di riduzione avviene in ambiente acido e in presenza di un amalgama zinco-mercurio

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi