Blog

Glutatione-chimicamo

Glutatione

  |   Chimica, Chimica Organica

Il glutatione (GSH) è un tripeptide composto da tre amminoacidi ovvero cisteina, acido glutammico e glicina presente nella maggior parte dei tessuti dei mammiferi.

Presenta un legame gamma peptidico tra il gruppo carbossilico della catena laterale del glutammato

Il gruppo carbossilico del residuo di cisteina è attaccato dalla normale associazione peptidica alla glicina.

glutatione

È una sostanza prodotta dal fegato ma è presente anche in alcuni cibi come frutta, verdura e carne

Storia

Nel 1929, Frederick Gowland Hopkins dell’Università di Cambridge isolò il glutatione dal lievito. Rilevò che la sua concentrazione nel lievito è dello 0,1% m/m e che la sostanza è presente anche nei globuli rossi.

Il chimico statunitense Vincent du Vigneaud del Cornell sintetizzò per primo il glutatione nel 1952. Peraltro egli vinse il premio Noble per la Chimica nel 1955 per il suo lavoro sui composti solforati biologicamente importanti.

Funzioni

Il glutatione è un antiossidante endogeno implicato in molte funzioni vitali tra cui la difesa contro lo stress ossidativo ed è in grado di esplicare una protezione nei confronti dei ROS.

Ha inoltre diverse funzioni aggiuntive nelle cellule.

Ad esempio:

    • è una forma di riserva di cisteina
    • partecipa alla riduzione dei ribonucleotidi a desossiribonucleotidi
    • immagazzina e trasporta l’ossido nitrico
    • partecipa alla riduzione dei ribonucleotidi a desossiribonucleotidi,
    • alla maturazione dei cluster ferro-zolfo di diverse proteine
    • è coinvolto nel funzionamento di alcuni fattori di trascrizione
    • partecipa alla detossificazione di molti composti endogeni e xenobiotici

Sintesi

Contrariamente alla maggior parte degli antiossidanti che si trovano negli alimenti, il glutatione è prodotto da una serie di reazioni.
Esso infatti è sintetizzato a partire da glutammato e cisteina grazie dall’enzima glutammato-cisteina ligasi per formare la γ glutammilcisteina.

Successivamente l’enzima glutatione sintetasi lega una glicina al precedente composto formando così il glutatione.

Per aumentare il livello di glutatione si possono mangiare alimenti ricchi di metionina e cisteina come:

    • manzo
    • pesce
    • pollame
    • broccoli
    • cavoletti di Bruxelles
    • cavolfiori
    • crescione

L’assunzione di alimenti contenenti vitamina C e selenio favoriscono la biosintesi del glutatione

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi