Blog

Forme-allotropiche-dello-zolfo-e-polimorfismo-chimicamo

Forme allotropiche dello zolfo e polimorfismo

  |   Chimica, Chimica Generale

Lo zolfo presenta diverse forme allotropiche come gli elementi appartenenti prevalentemente dei Gruppi 13,14, 15 e 16 della Tavola Periodica.

Gli allotropi differiscono tra loro per le proprietà fisiche e chimiche oltre che per la forma cristallina pur presentando lo stesso stato di aggregazione.

Lo zolfo, appartenente al Gruppo 16, si trova sia allo stato cristallino sotto forma di zolfo α detto anche zolfo ortorombico o rombico, zolfo β detto anche zolfo monoclino e zolfo γ che amorfo presentando così diverse forme allotropiche.

Zolfo α o zolfo rombico

Lo zolfo α si presenta di colore giallo ed è opaco e fragile ed è costituito da molecole di S8. È l’unica forma termodinamicamente stabile dello zolfo a pressione e temperatura ordinaria. Può essere preparato per cristallizzazione di una soluzione di solfuro di carbonio. Quando è riscaldato lentamente sopra i 96 ⁰ C si converte in zolfo monoclino. È insolubile in acqua e moderatamente solubile in benzene, etanolo e etere etilico

Zolfo β o zolfo monoclino

Lo zolfo β si presenta di colore giallo chiaro sotto forma di cristalli aghiformi cerosi e fragili ed è stabile a una temperatura compresa tra 96°C e 119 °C. Lo zolfo, infatti, a pressione atmosferica oltre i 199°C si presenta allo stato liquido. Come lo zolfo rombico è costituito da molecole di S8 ma diversamente disposte nel reticolo cristallino.

Zolfo γ

Viene rinvenuto in natura nel minerale rosickýite ma non è stabile a temperatura ambiente alla quale si converte in zolfo α

Zolfo amorfo

Riscaldato a una temperatura maggiore rispetto a quella di fusione e versato rapidamente in acqua fredda, solidifica formando un prodotto facilmente modellabile e stirabile in fibre, il cosiddetto zolfo amorfo o plastico, costituito da lunghe catene polimeriche formatesi in seguito a rottura delle unità cicliche S8 e alla polimerizzazione dei frammenti lineari. Non ha un punto di fusione definito e non è solubile in solfuro di carbonio e si trasforma lentamente in zolfo rombico.

Un altro tipo di zolfo amorfo è lo zolfo colloidale che può essere ottenuto facendo gorgogliare ossigeno in una soluzione di acido solfidrico. E’ usato in agricoltura per le sue proprietà fungicide e in campo dermatologico.

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org