Blog

cloruro acilico-chimicamo

Cloruro acilico

  |   Chimica, Chimica Organica

Il cloruro acilico è un composto organico contenente il gruppo acilico legato a un atomo di cloro e a una catena laterale alifatica o aromatica. Il cloruro acilico, come gli alogenuri acilici, sono derivati degli acidi carbossilici

Il cloruro acilico più noto è il cloruro di etanoile CH3COCl più noto come cloruro di acetile. Un cloruro di acile come l’etanoil cloruro è un liquido fumante incolore.

Proprietà

Il forte odore del cloruro di etanoile è una miscela dell’odore dell’acido etanoico e dell’odore acre dell’acido cloridrico. Ciò è dovuto al fatto che il cloruro di etanoile reagisce con il vapore acqueo contenuto nell’aria per dare acido acetico e acido cloridrico secondo la reazione:

CH3COCl + H2O → CH3COOH + HCl

Non si può dire che i cloruri acilici si dissolvano in acqua perché reagiscono, spesso violentemente, con essa.

È una molecola polare, e quindi dà luogo ad attrazioni dipolo-dipolo e forze di dispersione di van der Waals ma non forma legami a idrogeno. Il suo punto di ebollizione è quindi più alto di un alcano di dimensioni simili ma non così elevato come un alcol di dimensioni simili che forma legami a idrogeno.

Sintesi

Si ottengono dalla reazione di un acido carbossilico con:

3 RCOOH + PCl3 → 3 RCOCl + H3PO4

RCOOH + PCl5 →  RCOCl + POCl3 + HCl

RCOOH + SOCl2 → RCOCl + SO2 + HCl

In tutti e tre i casi il cloruro acilico è isolato e purificato per distillazione. La sintesi con il cloruro di tionile è preferita in quanto i sottoprodotti della reazione sono gassosi.

A livello industriale si ottengono per reazione dell’anidride acetica con cloruro di idrogeno:

(CH3CO)2O + HCl → CH3COCl + CH3COOH

Reazioni

Il cloruro acilico reagisce con:

RCOCl + NH3 → RCOONH2 + NH4Cl

Analoga reazione avviene con le ammine primarie e secondarie

RCOCl + 2 NaOH → RCOONa + NaCl + H2O

RCOCl + R’OH → RCOOR’ + HCl

  • litio alluminio idruro o sodio boroidruro per dare un’aldeide e successivamente un alcol secondo una reazione di riduzione
  • reattivi di Grignard per dare alcoli terziari. Sono necessari due equivalenti di reattivo di Grignard in quanto il primo serve per la trasformazione in chetone che a sua volta reagisce con il secondo equivalente. Infatti, a causa dell’elevata reattività dei reattivi di Grignard la reazione non può essere fermata alla formazione del chetone
  • reagenti di Gilman che sono meno reattivi rispetto ai reattivi di Grignard e la reazione si ferma dopo alla sintesi del chetone

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi