Xantofille

Le xantofille sono pigmenti presenti in natura dal tipico colore giallo fino al rosso e all’arancione  il cui nome deriva del greco ξανθός che significa giallo e φύλλα che significa foglie.

Il colore del tuorlo dell’uovo dipende dal tipo di alimentazione delle galline che, se sono nutrite con mangimi di qualità contenenti xantofille è di un colore giallo intenso.

Le xantofille, infatti, possono essere estratte dalle foglie delle piante tramite metodi cromatografici e mostrano una caratteristica banda gialla.

Appartengono alla famiglia dei carotenoidi e hanno la struttura del carotene ma contengono ossigeno presente sia come gruppo -OH che come epossido costituendo un ponte al posto di due atomi di idrogeno

struttura xantofille

Per questo motivo le xantofille sono molecole polari contrariamente ai caroteni da cui possono essere separate tramite cromatografia.

Le xantofille, come tutti i pigmenti, assorbono radiazioni di una determinata lunghezza d’onda riflettendo le altre radiazioni. Esse assorbono radiazioni con lunghezza d’onda diversa rispetto alle clorofille mostrando un tipico assorbimento nella zona del blu intorno ai 440 nm e pertanto, come previsto dalla teoria del colore, appaiono gialle.

Nelle piante servono come protezione dall’eccessiva luce solare prevenendone danni.

Alcune xantofille esercitano un’azione antiossidante e sono presenti nella macula dell’occhio in alte concentrazioni fungendo da schermo alla luce blu dal raggiungere le strutture sottostanti diminuendo così il rischio di danni indotti dalla luce.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On