Sintesi proteica

Nella cellula vivente le proteine ricoprono un ruolo essenziale sia a livello strutturale che a livello di controllo del metabolismo. La loro biosintesi avviene sui ribosomi, componenti intracellulari costituiti dal 70% di proteine e dal 30% di RNA e rappresenta uno degli aspetti più affascinanti della biochimica.

Il meccanismo attraverso il quale gli amminoacidi vengono agganciati tra loro in una determinata sequenza, sino ad arrivare alla formazione di una complessa struttura proteica può essere riassunto nel modo seguente: le due eliche del DNA si separano e, in presenza dell’enzima RNA-polimerasi, una delle due eliche viene copiata tenendo presente la complementarietà delle basi, per dare l’RNA-m. successivamente si ha la formazione di un complesso tra l’RNA-m e i ribosomi.

Quindi, le basi di questo RNA-m interagiscono a tre a tre con le basi complementari dei vari α-amminoacil-RNA-t che vengono trasferiti sulla superficie ribosomiale.

Questi composti hanno un’energia libera di idrolisi confrontabile con quella relativa all’idrolisi del fosfato terminale dell’ATP.

L’amminoacido reagisce con l’ATP per dare il complesso amminoacido AMP e pirofosfato. La reazione è catalizzata da uno specifico enzima detto amminoacil -tRNA sintetasi in presenza dello ione Mg2+. Tale complesso è un composto ad alta energia in grado di acilare facilmente un determinato nucleofilo.

sintesi proteica

Uno dei due ossidrili di un residuo AMP terminale della molecola di RNA-t viene acilato dall’amminoacil-AMP. Una volta agganciati i vari amminoacil-RNA-t alla superficie ribosomiale si forma il legame peptidico tra le varie unità di amminoacido. La catena polipeptidica, una volta completata, si allontana dal complesso come pure si allontanano da esso i vari RNA-t liberati dal legame estereo con i vari amminoacidi.

Per schematizzare le fasi della sintesi proteica possiamo distinguere i seguenti stadi:

1) L’RNA-m coglie la richiesta di produzione di una specifica proteina

2) La doppia elica del DNA si apre, grazie all’RNA polimerasi, in corrispondenza del gene che deve produrre quella specifica proteina

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On