Scissioni omolitiche ed eterolitiche

Le reazioni chimiche avvengono con la rottura di legami chimici e con la formazione di nuovi legami.

Le reazioni organiche avvengono secondo un meccanismo in cui viene evidenziato in ogni stadio il trasferimento di elettroni . Nelle reazioni di addizione, di sostituzione e in alcune reazioni di eliminazione ogni stadio può essere considerato come una reazione tra un substrato e un reagente a seguito della quale si formano nuove specie.

I reagenti possono essere classificati come nucleofili, elettrofili o radicali liberi.

I nucleofili sono specie che condividono un doppietto elettronico con un elettrofilo per formare un nuovo legame e sono quindi basi di lewis; gli elettrofili sono acidi di Lewis e quindi accettano un doppietto elettronico da un nucleofilo; un radicale libero ha un elettrone spaiato presente in un atomo o in uno ione poliatomico ed è in grado di legarsi ad altri radicali o di sottrarre un elettrone a molecole vicine esercitando un’azione ossidante.

Rottura di un legame covalente

La rottura di un legame covalente può avvenire tramite scissione eterolitica o tramite scissione omolitica.

Nella scissione eterolitica gli elettroni di legame si muovono in coppia con formazione di uno ione positivo e di uno ione negativo:

scissione eterolitica

Nella scissione eterolitica il flusso dei due elettroni viene rappresentato da una freccia curva.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On