Reforming catalitico

Reforming catalitico

Il reforming catalitico è un processo attraverso il quale viene prodotta benzina con elevato numero di ottani partendo da una frazione idrocarburica leggera.

Evoluzione

Negli anni ’30 del secolo scorso per aumentare il numero di ottani nella benzina si utilizzava il reforming termico che presentava lo svantaggio di richiedere molta energia e di dare una elevata quantità di coke quale prodotto di reazione.

Fu solo negli anni ’40 che l’ingegnere chimico tedesco trapiantato negli Stati Uniti Vladimir Haensel lavorando presso l’Universal Oil Products company si interessò a metodi che migliorassero i processi chimici nell’industria petrolchimica.

L’ipotesi di utilizzare il platino quale catalizzatore si scontrava con gli alti costi e si deve a Haensel l’idea pionieristica per la quale l’efficacia di un catalizzatore fosse influenzata dalla superficie di contatto.

Vennero quindi prodotti supporti in ceramica sulla cui superficie venne distribuita una quantità di platino pari allo 0.01 % che si dimostrò efficace per la realizzazione del reforming. Questa geniale intuizione anticipa di molti anni l’utilizzo delle nanoparticelle.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On