Reazioni radicaliche al carbonio saturo

3)      Cl· + CH3· → CH3Cl

La fotoclorurazione è usata industrialmente per la produzione di miscele di alogenuri alchilici da idrocarburi del petrolio e per la clorurazione di catene laterali di idrocarburi aromatici. L’attacco di atomi di cloro su un alcano avviene con scarsa selettività, tuttavia legami C-H terziari sono leggermente più suscettibili ad essere attaccati rispetto a posizioni secondarie e primarie. Catene laterali aromatiche, d’altra parte, sono attivate in modo specifico nelle posizioni adiacenti all’anello.

Si riporta, ad esempio, la reazione del metano con cloro gassoso in presenza di luce che dà come prodotto finale il tetracloruro di carbonio:

CH4 + Cl2 → CH3Cl + HCl

CH3Cl + Cl2 → CH2Cl2 + HCl

CH2Cl2 + Cl2 →CHCl3 + HCl

CHCl3 + Cl2 → CCl4 + HCl

La monoclorurazione di un alcano, scarsamente selettiva, dà luogo alla formazione di prodotti di reazione in cui l’alogeno può trovarsi in varie posizioni; nel caso del propano, infatti si possono ottenere come prodotti di reazione i due isomeri 1-cloropropoano e 2-cloropropano:

CH3CH2CH3 + Cl2 → ClCH2 CH2CH3 + HCl

CH3CH2CH3 + Cl2 → CH3CHClCH3 + HCl

La clorurazione di composti aromatici, come il toluene, dà luogo alla formazione di benzotricloruro:

C6H5CH3 + Cl2 → C6H5CH2Cl + HCl

C6H5CH2Cl  + Cl2 → C6H5CHCl2 + HCl

C6H5CHCl2 + + Cl2 → C6H5CCl3 + HCl

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On