Blog

Idrogenazione degli alcheni - chimicamo

Idrogenazione degli alcheni

  |   Chimica, Chimica Organica

L‘idrogenazione degli alcheni comporta la loro riduzione e la rimozione del doppio legame

Gli alcheni sono composti organici che presentano un doppio legame carbonio-carbonio e hanno formula generale CnH2n

Gli alcheni, danno reazioni di addizione per rottura del legame π e pertanto il  composto, che presenta un sito di insaturazione, diventa saturo. Il prodotto della reazione è pertanto un alcano.

Catalizzatori

La reazione di idrogenazione è esotermica ma ha un’elevata energia di attivazione che impedisce che avvenga in condizioni normali. Si utilizza pertanto un catalizzatore come il platino o il palladio. Il platino è usato in forma di polvere sottile su un materiale inerte mentre il palladio è usato sotto forma di biossido detto catalizzatore di Adams. Pertanto l’idrogenazione, contrariamente a molte reazioni organiche, è un processo eterogeneo quindi non avviene in soluzione ma sulla superficie del catalizzatore.

Reazione

In figura è rappresentata l’idrogenazione dell’etene che porta alla formazione di etano

 

idrogenazione-catalitica

 

L’addizione è reazione stereospecifica in cis.

Tale stereospecificità è dimostrabile idrogenando, ad esempio, il composto 1,2 dibromociclopentene. Il prodotto di tale reazione è il composto cis-1,2 dibromociclopropano. Il meccanismo di tale reazione è un intermedio a quattro centri e conseguentemente gli atomi di idrogeno si addizionano sullo stesso lato.

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi