Reazione delle ammine alifatiche con acido nitroso

La reazione delle ammine con acido nitroso costituisce un test per distinguere le ammine primarie, secondarie e terziarie.

Dalla reazione tra un’ammina primaria e acido nitroso si sviluppa azoto gassoso e la soluzione appare limpida; dalla reazione di un’ammina secondaria con acido nitroso si ottiene una soluzione oleosa contente N-nitrosammina; dalla reazione di un’ammina terziaria con acido nitroso si ottiene una soluzione limpida contenente un sale di ammonio.

L’acido nitroso HNO2 è una sostanza instabile e viene generato in situ dalla reazione di una soluzione contenente il nitrito di sodio o di potassio in presenza di un acido minerale secondo la reazione:

NaNO2 + HCl → HNO2 + NaCl

Ammine primarie

Le ammine primarie reagiscono con acido nitroso per dare un sale di diazonio che è molto instabile e dà luogo alla formazione di un carbocatione che reagisce con qualunque nucleofilo presente in soluzione pertanto si ottiene una miscela di alcoli, alogenuro alchilico e alchene.

Dalla reazione tra l’etilammina e acido nitroso si sviluppa azoto gassoso e 1-etanolo, 1-cloropropano e etene.

CH3CH2NH2 + HNO2 → CH3CH2N+≡N

CH3CH2N+≡N → [CH3CH2+] + N2

[CH3CH2+] + H2O → CH3CH2OH

[CH3CH2+] + Cl → CH3CH2Cl

[CH3CH2+] per riarrangiamento → CH2=CH2

Ammine secondarie

Le ammine secondarie reagiscono con acido nitroso per dare N-nitrosammine sostanze particolarmente cancerogene:

nitrosammine

Ammine terziarie

Le ammine terziarie reagiscono con l’acido nitroso per dare un alchilammonio

(CH3)3N + NaNO2 + HCl → (CH3)3N+HCl

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On