Reattivo di Brady

La 2,4-dinitrofenilidrazina è meglio conosciuta come reattivo di Brady e trova utilizzo nella caratterizzazione del gruppo carbonilico di aldeidi e chetoni.

Il reattivo di Brady ha formula (NO2)2C6H5NHNH2 e struttura:

reattivo di Brady

E’ una sostanza scarsamente solubile in acqua che si presenta allo stato solido di colore rosso-arancio sensibile agli urti; è infiammabile e potenzialmente esplosiva pertanto se ne consiglia l’uso solo quando viene preventivamente bagnata.

Viene sintetizzata a partire dal 2,4-dinitroclorobenzene e dal solfato di idrazina in presenza di acetato di potassio secondo la reazione

reazione

Il solfato di idrazina (N2H6)SO4 è il sale dell’idrazina e dell’acido solforico: l’idrazina infatti è un composto basico che in presenza di acido solforico dà luogo al sale noto anche come solfato di idrazonio.

Per preparare il reattivo di Brady si mettono in un becker  da 400 mL 35 g di solfato di idrazina in 125 mL di acqua calda e aggiungere, mescolando con una bacchetta di vetro, 85 g di acetato di potassio. La soluzione viene fatta bollire per 5 minuti e poi raffreddata a circa 70°C. Vengono aggiunti 75 mL di etanolo e il precipitato formatosi viene filtrato per suzione e lavato con alcol caldo.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On