Blog

Psilocibina

  |   Chimica, Chimica Organica

La psilocibina è una sostanza chimica allucinogena presente in alcuni funghi che crescono in Europa, Sud America, Messico e Stati Uniti del genere Psilocybe , Panaeolus e Copelandia. Gli scienziati ritengono che questa sia una strategia di difesa di questo genere di funghi nei confronti delle formiche

È  un composto di triptammina con una struttura chimica contenente un anello indolico legato a un sostituente etilammina . È chimicamente correlata all’amminoacido triptofano da cui deriva il suo nome ed è strutturalmente simile al neurotrasmettitore serotonina.

Ha formula C12H17N2O4P e struttura:

struttura psilobicinaProprietà

La psilocibina è solubile in acqua, moderatamente solubile in metanolo ed etanolo e insolubile nella maggior parte dei solventi organici come cloroformio e benzene

Meccanismo di azione

Essa  è defosforilata nel suo metabolita attivo psilocina (4-idrossi- N , N -dimetiltriptammina) dalla scissione del gruppo dell’estere fosforico della psilocibina. Gli enzimi fosfatasi alcalina e le esterasi aspecifiche entrambi appartenente alla classe delle idrolasi sono responsabili di tale scissione. La psilocina può attraversare la barriera ematoencefalica e, come la serotonina, ha una struttura come la triptammina che dimostra affinità per alcuni recettori della serotonina del sistema nervoso centrale. Percezione alterata, cambiamenti di umore, allucinazioni e distorsione del tempo sono dovuti all’inibizione dell’attivazione dei neuroni serotonina-dipendenti.

Pertanto, la psilocibina può essere considerata un profarmaco che è convertito nel metabolita attivo psilocina.

Effetti

La psilocibina ha proprietà simili all’LSD e modifica la funzione della muscolatura liscia del cuore, dei polmoni e delle ghiandole, i riflessi motori, il comportamento e la percezione.

Non provoca sempre allucinazioni visive o uditive attive ma distorce il modo in cui alcune persone che usano la droga percepiscono oggetti e persone.

Sebbene sia improbabile una significativa tossicità della psilocibina, ci sono alcuni rischi associati ai funghi tra cui:

  • giudizio alterato e sentimenti di distacco
  • sviluppo di ansia o attacchi di panico
  • potenziale di avvelenamento e morte a causa del consumo del tipo sbagliato di fungo
  • flashback persistenti, ricorrenti e significativamente compromettenti possono segnalare la presenza di una condizione nota come disturbo percettivo persistente allucinogeno