Blog

Propano-chimicamo

Propano

  |   Chimica, Chimica Organica

Il propano è un alcano con tre atomi di carbonio e quindi ha formula CH3CH2CH3 o C3H8.

Come in tutti gli alcani che sono composti saturi ovvero non contengono doppi legami carbonio -carbonio nel propano gli atomi di carbonio sono ibridati sp3

È  un gas incolore e inodore, altamente infiammabile più pesante dell’aria che trova nel gas naturale a concentrazioni dal 3% al 18%. Per evidenziarne la presenza e per rilevare eventuali perdite è aggiunto un tiolo che conferisce il tipico odore di uova marce

È emesso nell’atmosfera da forni, scarichi di automobili e fonti di gas naturale.

Il propano, contrariamente al metano e all’etano che presentano un solo gruppo alchilico, ha due gruppi alchilici. Esso infatti presenta il gruppo propil CH3CH2CH2– e isopropil CH3CHCH3

Sintesi

In laboratorio è ottenuto dalla reazione tra il butanoato di sodio con idrossido di sodio:

CH3CH2CH2COONa + NaOH → CH3CH2CH3 + Na2CO3

Dalla reazione che avviene in presenza di ossido di calcio si ottiene anche il carbonato di sodio

Può essere ottenuto dalla reazione di un alogenuro alchilico come l’1-bromopropano in presenza di magnesio e etere etilico con ottenimento di un reattivo di Grignard:

CH3CH2CH2Br + Mg → CH3CH2CH2MgBr

Dall’idrolisi del reattivo di Grignard si ottiene il propano:

CH3CH2CH2MgBr + H2O → CH3CH2CH3 + HOMgBr

È ottenuto in grandi quantità dal gas naturale, frazioni leggere del petrolio ed è disponibile in commercio come propano liquefatto noto come GPL.

Reazioni

Esso dà le reazioni tipiche degli alcani ovvero combustione e alogenazione.

La reazione di combustione:

CH3CH2CH3 + 5 O2 → 3 CO2 + 4 H2O

Ha un’entalpia di – 2220 kJ/mole e pertanto la reazione è esotermica.

L’alogenazione avviene secondo un meccanismo radicalico che può portare alla sostituzione di tutti gli atomi di idrogeno

Usi

Il  propano è usato prevalentemente quale combustibile e come carburante per veicoli stradali con motore a combustione interna

L’uso principale del propano nell’industria petrolchimica è come materia prima, insieme a etano e nafta per produrre etene, propene e altre olefine. In particolare il propene è il monomero di partenza per ottenere il polipropilene

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi