Posizione dell’equilibrio tra chetone e enolo

Le aldeidi e i chetoni con un idrogeno in α al carbonile danno luogo a tautomeria cheto-enolica che è soggetta a catalisi sia di tipo acido che di tipo basico

equilibrio chetoenolico

Eccetto che in completa assenza di acido o di base le due forme sono in rapida interconversione tra loro e esistono pertanto in un equilibrio mobile la cui posizione dipende dalla struttura del composto e dalle condizioni sperimentali come concentrazione, solvente e temperatura.

Le due forme sono due molecole distinte e non vanno quindi confuse con forme di risonanza e la loro interconversione viene detta tautomeria.

Nella gran parte dei casi l’equilibrio è spostato verso la forma chetonica e ciò implica che la forma chetonica è abitualmente molto più stabile rispetto alla forma enolica in quanto il doppio legame carbonio-ossigeno è significativamente più forte rispetto al doppio legame carbonio-carbonio.

Ad esempio nell’equilibrio tra l’acetone e l’enolo corrispondente la forma enolica è presente in misura minore dello 0.1%

acetone

Sebbene la forma chetonica sia la più stabile nella gran parte dei casi vi sono alcuni fattori che spostano l’equilibrio verso la forma enolica.

Nei composti aromatici, infatti, come il fenolo che è stabilizzato per risonanza la forma chetonica non è osservata essa non è stabilizzata per risonanza

fenolo

I dichetoni come il 2,4-pentandione si presentano in prevalenza sotto forma enolica sia per la stabilità dei doppi legami coniugati presenti nella forma enolica sia per la possibilità della forma enolica di formare un legame a idrogeno intermolecolare che ne stabilizza la forma.

dichetoni

Un altro fattore che influenza la posizione dell’equilibrio è il solvente: la forma enolica del 2.4-pentandione aumenta se il solvente è il benzene rispetto al solvente acqua.

Il benzene infatti è un solvente apolare e non compete, come l’acqua, nella formazione di legame a idrogeno che stabilizzano la forma enolica.

Tenendo conto che la forma enolica contiene un doppio legame carbonio-carbonio tipico degli alcheni aumentando il numero di sostituenti sul carbonio viene stabilizzata la forma enolica infatti gli alcheni sostituiti sono termodinamicamente più stabili rispetto a quelli non sostituiti.

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On