Nomenclatura dei derivati del benzene. Esempi

Se nel benzene vi è un solo sostituente il composto viene denominato indicando il tipo di sostituente. Invero vi sono molti nomi d’uso che spesso vengono indicati frequentemente: ad esempio il composto

toluene

in cui un idrogeno è sostituito da un gruppo –CH3 si chiama metilbenzene ma viene comunemente detto toluene.

Il composto

anisolo

In cui un idrogeno è sostituito da un gruppo –OCH3 si chiama metossibenzene ma viene comunemente detto anisolo.

Quindi per indicare un composto aromatico in cui il benzene presenta un solo sostituente o ci si avvale della nomenclatura I.U.P.A.C. oppure si devono ricordare i nomi d’uso.

Se invece il benzene presenta due sostituenti vi sono tre possibili isomeri:

derivati del benzene

a seconda della loro posizione reciproca.

Il composto che presenta due gruppi su atomi di carbonio adiacenti viene detto orto e indicato come ‘o-‘. Secondo la nomenclatura I.U.P.A.C. la posizione orto viene indicata come posizione 1,2-

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On