Effetti di una sbornia

L’abuso di bevande alcoliche, spesso assunte dai giovani in discoteca viene avvertito come un peccato veniale su cui si può chiudere un occhio ed è ritenuto una trasgressione che non comporta assuefazione e dipendenza sicuramente meno nocivo dell’uso delle droghe leggere.

Invece sono tanti i giovani e i giovanissimi che hanno problemi nell’uso eccessivo di superalcolici che a volte si conclude con un ricovero ospedaliero e, in casi estremi con il coma etilico.

Difficoltà motorie, di eloquio, tempi di reazione rallentati, compromissione della memoria: sono tutti evidenti effetti dell’alcol sul cervello.

Alcuni di questi deficit sono già rilevabili dopo uno o due bicchieri, e si risolvono rapidamente non appena si interrompe l’uso di alcol. Tuttavia, in alcuni soggetti che bevono molto e per lungo tempo, tali deficit possono permanere anche una volta raggiunta la sobrietà.

Bere in modo sconsiderato mette le persone a rischio di gravi conseguenze per la salute tra cui alcolismo, danni al fegato, malattie cardiovascolari, disturbi psichici e vari tipi di cancro.

Vi sono individui che sembrano reggere meglio l’alcol di altri ed in realtà le ricerche dimostrano che il metabolismo dell’alcol è regolato da fattori genetici otre che dallo stato di salute generale dell’individuo.

L’alcol ingerito viene minimamente espulso tramite le urine o il sudore ma la parte rimanente la cui quantità varia dal 92 al 98% viene metabolizzata attraverso un processo enzimatico.

L’alcol etilico viene convertito nel fegato in acetaldeide ad opera dell’enzima alcol deidrogenasi (ADH) .

L’acetaldeide è una sostanza cancerogena ed è responsabile di molti dei malesseri associati all’abuso di alcol.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On