Dieni

I dieni sono composti organici contenenti più di un doppio legame. A seconda della posizione dei doppi legami i dieni si distinguono in:

a)      Dieni cumulati o alleni nei quali i due doppi legami si dipartono dallo stesso atomo di carbonio C=C=C

b)      Dieni coniugati  nei quali i due doppi legami sono separati da un legame semplice C=C-C=C

c)       Dieni isolati nei quali i due doppi legami sono separati da più di un legame semplice ad esempio C=C-C-C-C=C

Dieni cumulati (alleni) o cumuleni. Si definiscono cumuleni i composti che contengono n atomi di carbonio con (n-1) doppi legami tra di essi con n > 3.

Proprietà fisiche. Gli alleni alchilsostituiti sono stabili a temperature superiori a 100°C, mentre i vinil e gli etinil alleni sono sensibili all’azione degli acidi (danno reazioni di addizione) e delle basi ( spostamenti del doppio legame)

Metodi di preparazione.

1)      Deidroalogenazione di 2-alopropeni:

R2C=CX-CHR2  in ambiente basico dà R2C=C=CR2

2)      Disidratazione di alcoli allilici

3)      Dealogenazione di dialopropeni

4)      Riarrangiamento propargilico. Con il termine riarrangiamento propargilico si intende la trasformazione di un propino HC≡C-CH3 in un propadiene H2C=C=CH2 attraverso un meccanismo ionico

5)      Addizioni 1,4 a vinilacetilene

6)      Addizione di carbeni (sintesi di Doering Laflamme)

dieni

Reattività dei dieni cumulati

1)      Reazioni di addizione

a)      Addizione di alogeni. L’addizione di alogeni agli alleni procede con il meccanismo usuale elettrofilo con formazione di 1,2-dialo-2-propeni che possono addizionare una ulteriore mole di alogeno per dare i tetraalopropani

b)      Addizione di idrogeno. Gli alleni subiscono idrogenazione in presenza di catalizzatori ( Ni,Pd o Pt) per dare composti saturi.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On