Deidrociclizzazione

La deidrociclizzazione è una reazione che avviene in particolare durante il reforming catalitico nell’ambito dell’industria petrolifera in cui un composto viene sia deidrogenato che ciclizzato.

Esempi

Un esempio di deidrociclizzazione è la conversione del n-eptano in toluene:

CH3(CH2)5CH3 → C6H5CH3 + 4 H2

La reazione che avviene in presenza di catalizzatore quale ossido di cromo (IIII) su allumina dà, come prodotto di reazione, anche l’eptene.

La reazione avviene in due stadi:

  • Deidrogenazione dell’eptano in eptene
  • Ciclizzazione dell’olefina

Un altro esempio è costituito dalla deidrociclizzazione dell’esano in metil-ciclopentano:

C6H14 → C5H9CH3 + H2

Rispetto alle altre reazioni che concorrono al reforming catalitico la deidrociclizzazione delle paraffine è una reazione molto più lenta e cineticamente controllata.

Un altro esempio è costituito dalla conversione del n-ottano in una miscela di xilene e etilbenzene.

Catalizzatori

Oltre all’ossido di cromo può essere utilizzato l’ossido di molibdeno la cui attività può essere promossa mediante l’uso di ossido di neodimio o ossido di neodimio e praseodimio

Quando il catalizzatore viene disattivato a causa della formazione di coke su di esso, può essere riattivato bruciando il carbonio in una corrente di ossigeno o aria opportunamente diluita, se necessario, con gas inerte.

Per la preparazione di catalizzatori più attivi e più selettivi nell’aromatizzazione con alcano vengono utilizzate le zeoliti

Inoltre i catalizzatori a base di metalli nobili supportati su zeolite sono apparsi più resistenti alla disattivazione da parte del coke. 

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On