Composti fosforo-organici

Il fosforo ha configurazione elettronica [Ne] 3s23p3 e forma composti del tipo PX3 in cui ha numero di ossidazione +3 rispettando la regola dell’ottetto. Può promuovere un elettrone nell’orbitale 3d vuoto ed in tal caso forma composti del tipo PX5 in cui ha numero di ossidazione +5 in cui mostra un’espansione dell’ottetto.

Il fosforo si trova nello stesso Gruppo dell’azoto nella Tavola Periodica ed esistono numerose analogie tra la chimica dei composti organici contenenti questi due elementi: il fosforo ha orbitali d accessibili, è più grande, più polarizzabile e meno elettronegativo dell’azoto.

I composti in cui il fosforo ha numero di ossidazione +3 sono dei nucleofili migliori rispetto agli analoghi composti dell’azoto ed inoltre i centri al fosforo sono più elettrofili ovvero più disponibili ad un attacco nucleofilo di quanto non lo siano gli analoghi composti azotati.

I composti del fosforo trivalenti organofosforici, analoghi alle ammine, sono debolmente basici e formano degli addotti con gli acidi:

(CH3)3P: + HX (CH3)3P+– H  X

R3P: + BF3 → R3P+ -BF3

 R3P: + RX → R4P+X

La velocità di tali reazioni aumenta all’aumentare del numero dei sostituenti alchilici nelle fosfine a causa delle proprietà elettrondonatrici dei gruppi alchilici:

 

← Più reattivo  Meno reattivo →

R3P  ˃  R2PH  ˃  RPH2  ˃  PH3

Nelle reazioni delle analoghe ammine con agenti alchilanti viene trovato l’ordine inverso a causa dei fattori sterici che incidono maggiormente, rispetto ai composti organofosforici a causa della presenza dell’atomo di azoto più piccolo dell’atomo di fosforo:

 

← Meno reattivo  Più reattivo →

R3N  ˂  R2NH  ˂  RNH2  ˂  NH3

 

Ad esempio la trifenilfosfina (C6H5)3P reagisce facilmente con lo ioduro di metile CH3I mentre la trifenilammina (C6H5)3N è inerte infatti nel caso dell’ammina è presente un maggior effetto sterico e il doppietto elettronico dell’atomo di azoto è delocalizzato in larga misura negli anelli aromatici.

Una delle reazioni maggiormente utilizzate e più conosciute della chimica del fosforo è la reazione di Arbusov in cui un alogenuro alchilico reagisce con un trialchilfosfito per dare un estere fosfonato. Il primo stadio coinvolge l’attacco nucleofilo del fosforo con un meccanismo SN2  all’alogenuro alchilico per dare un fosfonio intermedio.   L’anione alogenuro, nel secondo stadio,  reagisce tramite un meccanismo SN2  con l’intermedio per dare il fosfonato e un altro alogenuro alchilico.

arbuzov

 

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On