Blog

composti-aromatici-implicazioni- chimicamo

Composti aromatici: implicazioni

  |   Chimica, Chimica Organica

I composti aromatici  sono quei composti organici dotati di particolari peculiarità che ne determinano proprietà fisiche e chimiche.

Proprietà

Un composto si definisce aromatico quando è ciclico e planare, quando tutti gli atomi costituenti l’anello sono ibridati sp2 e quando gli elettroni π delocalizzati nel ciclo sono pari a 4n+2.

Essi sono quindi composti ad alto grado di insaturazione come il benzene che è il capostipite di essi che presenta 4 gradi di insaturazione.

A causa della presenza di elettroni π delocalizzati i composti aromatici sono rappresentati da strutture di risonanza . Pertanto sono stabilizzati per risonanza ovvero di una extra stabilità rispetto alle singole strutture. I composti aromatici tendono quindi a mantenere questa stabilità e pertanto il loro comportamento e la loro reattività è fortemente influenzata dalla loro struttura.

I composti aromatici quindi non tendono a dare reazioni di addizione tipiche degli alcheni che comportano la rottura di un doppio legame e la conseguente perdita dell’aromaticità.

Reattività

Essi quindi danno tipicamente reazioni di sostituzione nucleofila aromatica piuttosto che reazioni di addizione.

Pertanto mentre l’alogenazione dell’etene è una reazione di addizione che dà luogo alla formazione dell’1,2-dibromoetano

bromurazione etene

l’alogenazione del benzene non dà una reazione analoga che comporterebbe la perdita dell’aromaticità

composti aromatici

L’alogenazione del benzene, in presenza di bromuro di ferro (III)  dà luogo a una sostituzione nucleofila aromatica con formazione di bromobenzene

bromurazione benzene

Contrariamente ai composti non aromatici che danno luogo a tautomeria cheto-enolica dove prevale la forma chetonica

tautomeria

nei composti aromatici il fenolo prevale rispetto alla forma chetonica in quanto in quest’ultima non vi è più l’aromaticità

fenolo

Contrariamente agli alcheni che hanno una bassissima acidità pKa> 50. Ad esempio  il ciclopentadiene che non è un composto aromatico mostra una debole acidità. La base coniugata infatti ovvero l’anione ciclopentadienile è stabilizzato per risonanza ed infatti il valore di pKa è di 16

composti aromatici

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi