I Cicloalcani: composti aliciclici

I cicloalcani formano una serie omologa e hanno formula generale CnH2n e pertanto presentano un sito di insaturazione.

Possono essere rappresentati come degli alcani in cui la catena si chiude su se stessa, perdendo due atomi di idrogeno alle due estremità e unendo direttamente i due atomi di carbonio terminali. Il  più semplice cicloalcano è il ciclopropano costituito da tre carboni.

Il ciclobutano, il ciclopentano, e il cicloesano sono membri superiori. Anelli che contengono da cinque a sette atomi di carbonio vengono definiti anelli comuni, quelli a tre o quattro atomi di carbonio vengono definiti piccoli cicli, quelli a otto-dieci atomi di carbonio cicli medi ed infine quelli a dodici o più atomi di carbonio macrocicli.

Le caratteristiche inusuali degli anelli piccoli derivano dal fatto che i carboni ibridati sp3 tendono ad avere angoli di legame di 109.5°. Le richieste geometriche degli anelli piccoli riducono questi angoli a valori inferiori e precisamente  a 60° nel ciclopropano 90° nel ciclo butano. Le conformazioni e le tensione angolare di questi anelli contribuiscono alla loro stabilità e alla loro reattività.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On