Blog

Alginato di calcio

  |   Chimica, Chimica Organica

L’ alginato di calcio è una forma insolubile di alginato dotato di una elevata capacità di rigonfiamento con il potenziale di assorbire 15-20 volte di più del suo peso iniziale

È  un sale di calcio dell’acido alginico, polisaccaride estratto dalle alghe brune.

alginato di calcio

È praticamente insolubile in cloroformio, etanolo, etere etilico, acqua e altri solventi organici. È solubile in soluzioni diluite di citrato di sodio e di bicarbonato di sodio e in soluzione di cloruro di sodio o in soluzioni alcaline o in soluzioni di sostanze che si combinano con il calcio.

Preparazione

Nelle alghe brune l’acido alginico è presente principalmente come alginato di calcio, sebbene possano essere presenti anche sali di magnesio, potassio e sodio.

Il primo obiettivo è quello convertire i sali poco solubili di calcio e magnesio in alginato di sodio solubile. A tale scopo si utilizzano due processi:

  • Trattamento con una sostanza alcalina abitualmente carbonato di sodio in cui avviene uno scambio ionico:

Ca(Alg)2 + 2 Na+ → 2 NaAlg + Ca2+

Ca(Alg)2 + 2 H+ → 2 HAlg + Ca2+

L’acido alginico, così come l’alginato di sodio, in presenza di una soluzione di cloruro di calcio precipita come alginato di calcio

Usi 

L’alginato di calcio è utilizzato a vario titolo nell’industria alimentare come additivo, addensante ed emulsionante e nell’industria della saldatura come un rivestimento plastificante per bacchette di saldatura.

Poiché dà luogo al fenomeno della sferificazione è sfruttato per ottenere cocktail molecolari.

L’uso principale dell’alginato di calcio è in campo medico per medicazioni antimicrobiche per la cura delle ferite a causa del suo potere assorbente.  È pertanto utilizzato per la medicazione di ferite che essudano in quanto gli ioni di calcio presenti nella medicazione interagiscono con gli ioni di sodio nel fluido della ferita. Si verifica il  rigonfiamento della fibra che parzialmente si dissolve in un gel. Spesso si utilizza insieme all’alginato di argento che ha un elevato potere antimicrobico.