Alcool polivinilico

L’alcool polivinilico (PVA) è un polimero termoplastico sintetico solubile in acqua ma non nei solventi organici ottenuto da  polivinilacetati mediante sostituzione dei gruppi acetati con gruppi ossidrilici. E’ l’unico polimero che non viene preparato da monomeri ma dalla reazione di altri polimeri.

L’alcool polivinilico infatti non può essere preparato per polimerizzazione dell’alcool vinilico CH2=CHOH ma viene ottenuto tramite una polimerizzazione in sospensione dell’acetato di vinile che porta al polivinilacetato seguito da una reazione con metanolo in presenza di idrossido di sodio.

polivinilalcoolL’alcool polivinilico è biodegradabile e biocompatibile e trova applicazioni nel trattamento dei tessuti e della carta conferendo  maggiore resistenza ai filati tessili e rendendo la carta più resistente agli oli e ai grassi. Viene anche impiegato come componente di adesivi ed emulsionanti, come film protettivo solubile in acqua e come materiale di partenza per la preparazione di altre resine.

E’ usato per la formulazione di soluzioni acquose adesive, come vernice protettiva dei metalli, come consolidante e come distaccante per stampi.

L’alcool polivinilico viene utilizzato in campo medico quale componente delle cosiddette lacrime artificiali usate per la secchezza oculare, nella produzione di capsule e in campo chirurgico

L’alcool polivinilico in fogli viene usato negli imballaggi alimentari in quanto serve da barriera nei confronti dell’ossigeno e previene l’ossidazione degli alimenti.

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On