Blog

Addizioni di acidi alogenidrici - chimicamo

Addizione di acidi alogenidrici

  |   Chimica, Chimica Organica

L‘addizione di acidi alogenidrici agli alcheni porta rottura del doppio legame a alla formazione di alogenuri alchilici.

Meccanismo

La reazione di addizione di acidi alogenidrici agli alcheni avviene in due stadi :

    1.  Il primo stadio è lo stadio lento della reazione di addizione ed è quello che determina la velocità della reazione. Avviene un attacco elettrofilo del protone con formazione del carbocatione
    2.  Nel secondo stadio che è quello  veloce della reazione avviene l’attacco nucleofilo dell’alogenuro

al catrbocatione.

Nel caso di alcheni simmetrici, ovvero alcheni che hanno lo stesso numero di atomi di carbonio rispetto al doppio legame avremo un solo prodotto di reazione. Ad esempio l’etene dà come prodotto l’1-alogenoetano e il 3-esene dà come prodotto di reazione il 3-alogenoalcano.

Nel caso di alcheni asimmetrici si possono formare due carbocationi di cui uno e più stabile dell’altro. Il prodotto di reazione sarà determinato dal carbocatione formatosi.

Cosi nel caso del propene si formerà in prevalenza il carbocatione secondario rispetto a quello primario e pertanto il prodotto di reazione sarà il 2-cloropropano.

meccanismo

L’addizione di acidi alogenidrici ad un alchene asimmetrico può essere prevista utilizzando la regola di Markovnikov: quando un acido alogenidrico si somma ad un doppio legame, l’idrogeno si lega al carbonio più idrogenato e l’alogeno si attacca al carbonio meno idrogenato.

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi