Acrilonitrile

L’acrilonitrile  è un liquido incolore, facilmente volatile, dal forte odore soffocante e assai tossico che bolle a 78 ºC.

L’acrilonitrile rappresenta un importante prodotto dell’industria chimica organica: i suoi polimeri e copolimeri costituiscono infatti fibre sintetiche, materie plastiche ed elastomeri (gomme) di larghissimo impiego.

Sintesi

L’acrilonitrile CH2=CHCN o cianuro di vinile viene prodotto per ossidazione del propilene.

Una miscela di aria, ammoniaca e propilene in rapporto O2: NH3: C3H6 = 2:1:1 viene inviata in reattori a letto fluido a 400-500°C in presenza di vapore in presenza di catalizzatori a base di fosfomolibdato di ammonio (NH4)3 [P(Mo3O10)4] . La reazione che avviene è:

2 CH3CH=CH2 + 3 O2 + 2 NH3 2 CH2 =CHCN + 6 H2O

L’acrilonitrile uscente dal reattore  viene assorbito in acqua e purificato per distillazione. Oltre all’acrilonitrile, che si forma con rese intorno al 70% si ottengono, come sottoprodotti e acetonitrile H3C-C ≡ N.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On