Acido piruvico

L’acido 2-ossopropanoico più noto come acido piruvico è il più semplice degli α-chetoacidi avente un gruppo carbonilico in posizione α rispetto al gruppo carbossilico e ha formula CH3COCOOH

formula

Come gli altri α-chetoacidi ha una elevata acidità dovuta alla presenza di due atomi di carbonio ibridati sp2 che stabilizzano per risonanza la corrispondente base coniugata corrispondente, ovvero il piruvato, CH3COCOO infatti il valore di pKa dell’acido piruvico è pari a 2.5.

A valori di pH del corpo umano che sono di poco superiori a 7 si ha che il piruvato ha una concentrazione di circa 4 ordini di grandezza superiore a quella dell’acido piruvico.

L’acido piruvico, in equilibrio con il piruvato, hanno un ruolo centrale nel metabolismo energetico degli organismi viventi.

E’ un liquido con un odore simile a quello dell’acido acetico, solubile in acqua e stabilre in condizioni ordinarie mentre è sensibile alla luce.

L’acido piruvico è un composto molto importante in quanto è coinvolto in molti processi biochimici e primo fra tutti nella glicolisi in cui il glucosio, costituito da sei atomi di carbonio, dà luogo alla formazione, in condizioni aerobiche, a due molecole di acido piruvico

glicolisi

Nella cellula ricopre un ruolo di grandissima importanza in quanto è il metabolita di collegamento tra le vie riguardanti i carboidrati, i grassi e gli amminoacidi.

Il piruvato ottenuto dalla glicolisi viene trasportato nel mitocondrio dove subisce una decarbossilazione ossidativa catalizzata dalla piruvato deidrogenasi che lo trasformano, in acetil-CoA che costituisce il principale intermedio del metabolismo. Da questa molecola vengono sintetizzati gli amminoacidi, il colesterolo e i corpi chetonici.

Condividi
Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On