Blog

Acido palmitico- chimicamo

Acido palmitico

  |   Chimica, Chimica Organica

L‘ acido palmitico o acido esadecanoico è un acido grasso saturo presente negli animali e nelle piante contenente 16 atomi di carbonio

struttura

L’acido palmitico è contenuto nell’olio di palma ma è presente in particolare nelle carni, latticini, burro di arachidi e di cacao, margarina e nel cocco.

Il chimico francese Edmond Frémy nel 1840 ottenne l’acido per saponificazione dell’olio di palma metodo tuttora utilizzato dalla grande industria.

L’acido palmitico è l’acido grasso saturo più comune presente nel corpo umano e può essere fornito nella dieta o sintetizzato da altri acidi grassi, carboidrati e amminoacidi.

Biosintesi

La sua biosintesi  inizia con la conversione del citrato in acetil-CoA e poi in malonil-CoA. Esso è quindi allungato per formare palmitato e altri acidi grassi a catena più lunga grazie all’azione degli enzimi acetil-CoA carbossilasi e l’acido grasso sintasi.

L’acido palmitico è metabolizzato tramite degradazione ossidativa e subisce una varietà di reazioni che potano alla formazione di acido:

Dopo l’ossidazione o la conversione in altri acidi grassi a catena lunga lo scheletro di carbonio dell’acido palmitico è immagazzinato sotto forma di colesterolo esterificato o restituito al plasma, a seconda dello stato nutrizionale dell’organismo

Usi

La riduzione dell’acido palmitico porta alla formazione di alcol cetilico. Quest’ultimo è utilizzato come emolliente e emulsionante in creme e lozioni e come lubrificante in dadi e bulloni.

Secondo molti studi l’acido palmitico è collegato all’aumento di malattie cardiovascolari aumentando il livello di colesterolo LDL.

L’industria alimentare ha abolito l’utilizzo dell’acido palmitico, particolarmente economico, nei biscotti, prodotti da forno e dolci che sono pubblicizzati come “senza olio di palma” utilizzato in precedenza per conferire gusto, consistenza, friabilità e croccantezza ai loro prodotti.

L’olio di palma di cui l’Italia è uno dei maggiori paesi importatori viene utilizzato per la produzione di biocarburanti, per ottenere saponi, unguenti, pomate e prodotti cosmetici

 

Condividi


Gentile Lettrice, Gentile Lettore

Abbiamo rilevato che stai utilizzando un AdBlocker che blocca il caricamento completo delle pagine di Chimicamo.org

Questo sito è per te completamente gratuito e fornisce, si spera, un servizio serio, completo ed utile, pertanto speriamo che tu consideri la possibilità di escluderlo dal blocco delle pubblicità che sono la nostra unica fonte di guadagno per portare avanti quello che vedi.

 

Per piacere aggiungi Chimicamo.org alla tua whitelist oppure disabilita il tuo software mentre navighi su queste pagine.

 

Grazie

Lo staff di Chimicamo.org

Condividi