Acido maleico

L’acido maleico è un acido bicarbossilico insaturo costituito da quattro atomi di carbonio con un doppio legame tra il secondo e il terzo atomo di carbonio e, presentando i gruppi carbossilici dallo stesso lato, è l’isomero cis dell’acido butendioico

struttura acido maleico

L’acido maleico si differenzia dall’isomero trans che è detto acido fumarico ed è meno stabile di quest’ultimo.

E’ un solido cristallino solubile in acqua che dà una soluzione acida avendo un elevato valore della prima costante di dissociazione che è dell’ordine di 10-2 mentre la seconda costante di dissociazione è dell’ordine di 10-6.

L’acido maleico può essere ottenuto per idrolisi a caldo dell’anidride maleica e può dare per reazione con acido cloridrico in presenza di zinco l’acido succinico.

dall'anidride maleica

Per riscaldamento dell’acido maleico si ottiene l’acido fumarico per isomerizzazione che viene catalizzata da tiourea o da acidi minerali.

L’acido maleico mostra reazioni tipiche sia degli alcheni che degli acidi carbossilici come l’esterificazione con i glicoli per dare poliesteri

L’acido maleico viene utilizzato oltre che per ottenere l’acido fumarico anche per la sintesi dell’acido gliossilico per ozonolisi.

L’acido maleico è una sostanza chimica intermedia molto importante che trova applicazione in quasi tutti i settori della chimica industriale essendo utilizzato nella produzione di additivi lubrificanti, resine poliestere insature, rivestimenti superficiali, plastificanti, copolimeri e prodotti chimici agricoli 

 

Avatar

Author: Chimicamo

Share This Post On