Blog

Wulfenite

  |   Chimica, Chimica Generale

La wulfenite è un minerale secondario costituito da molibdato di piombo PbMoO4 che si forma durante l’ossidazione della galena e altri minerali di piombo primari. È piuttosto rara e appartiene alla classe dei molibdati

Nel 1845 il geologo Wilhelm Karl von Haidinger denominò questo minerale in onore del geologo austriaco Franz Xaver von Wulfen.

Il molibdeno può essere fornito da minerali primari di molibdeno come la molibdenite ma in molti casi, il molibdeno primario non è presente in quantità sufficiente ma può essere fornito dalla dilavazione di altri minerali.

Diffusione

Oltre alla galena gli altri minerali associati alla wulfenite nelle zone di ossidazione dei minerali di piombo sono piromorfite, cerussite, anglesite, vanadinite, malachite, calcite e limonite. La maggior parte degli esemplari da collezione di Wulfenite proviene dal Messico settentrionale e dal sud-ovest degli Stati Uniti e, in particolare in Arizona.

In Europa è presente in Austria e Slovenia, in Asia in Cina e Iran mentre in Africa si rinviene in Marocco e Namibia.

Da pochi anni è il minerale stato scoperto in prossimità di una vecchia miniera di barite ubicata a Catanzaro, in località Fiumarella.

Proprietà

Si presenta di colore giallo brillante, arancione, rosso-arancio e marrone. Raramente è grigia, bianco, nero o blu. I cristalli hanno sono generalmente tabulari di forma quadrata o ottagonale e sezione mediana molto stretta e possono essere molto friabili. I cristalli sono spesso troppo sottili per trovare un frammento adatto al taglio

Come gli altri minerali contenenti piombo ha un peso specifico elevato da 6.5 a 7. Ha una durezza, nella scala di Mohs da 2.5 a 3

Usi

Trova utilizzo nell’estrazione del molibdeno. Sebbene non siano adatti per l’uso in gioielleria, i pezzi sfaccettati, così come i cristalli, creano splendide gemme da collezione. La wulfenite, infatti, è una delle pietre preferite dai collezionisti per il suo colore intenso che è molto difficile da trovare in altri minerali